Stampa
In: Lettere al giornale

01-08-ragazzi-pascoliRiceviamo e pubblichiamo - Il 13 dicembre 2012, per tutta la mattinata, si è svolto nel Laboratorio di Musica del Plesso Pascoli il “Concerto di Natale”, al quale hanno contribuito tutte le classi dell’istituto. Si tratta della prima manifestazione musicale nell’ambito del progetto “Musica in Scena”: i ragazzi, guidati dalle prof.sse Baccaro e Caldaralo, sono stati protagonisti di uno spettacolo offerto ai propri genitori e ai docenti, con videoproiezioni e brani attinti a vari repertori, da quello delle Christmas Carols e dei canti della tradizione popolare, alla musica pop, soul, rock e gospel.

Durante l’intera giornata sono stati eseguiti 32 brani interpretati da cori, voci soliste, solo strumentali, vocali e strumentali, con flauti, chitarre, tastiere elettroniche e percussioni. Alcuni Alunni, senza aver seguito corsi di strumento musicale, hanno affrontato un repertorio al pianoforte; altri, hanno sostenuto il canto con semplici, ma suggestive coreografie.

Ma il Natale in Musica non è finito qui: domenica 23 dicembre, alle ore 18, 125 ragazzi emozionati, elegantissimi e attenti, hanno seguito con partecipazione ed entusiasmo l’interpretazione della Sinfonia n. 9 di L. van Beethoven del nuovo organico corale e orchestrale del Teatro Petruzzelli, sotto la magistrale direzione del Maestro Roland Böer. È stata la prima occasione per attuare il progetto “Vivi-amo la Musica”, di cui ne sono la referente, che ha permesso di estendere a tutti gli alunni la partecipazione a concerti dal vivo.

Appena entrati in teatro, gli Alunni erano preoccupati perché al nostro grande gruppo erano stati assegnati vari posti: chi nei palchetti di primo o secondo ordine, chi in platea. I docenti accompagnatori, Baccaro, Caldaralo, D’Onghia, Durante, Salamida, la collaboratrice sig.ra Sproviero, hanno aiutato i ragazzi a prendere posto. Il prof. Pettinato ha voluto essere dei nostri e ha offerto il suo contributo per la vigilanza degli Alunni. Adeguatamente preparati, alla fine della serata i nostri Alunni hanno ricevuto i complimenti da parte dell’Ufficio Scuola della Fondazione Petruzzelli, nonché del pubblico pagante presente. È stata un’esperienza meravigliosa.

Durante il secondo movimento della Sinfonia, riuscivo a percepire l’emozione degli Alunni: era come se un filo sottile e invisibile ci unisse tutti, mentre gli occhi non riuscivano a staccarsi dal movimento della bacchetta del direttore d’orchestra. Infine, mentre il coro intonava il celeberrimo “Inno alla Gioia”, la grande architettura sonora ci ha catturati in un’estatica commozione fino alla conclusione trionfale. Quando il direttore d’orchestra si è rivolto verso il pubblico, uno scroscio di applausi festosi è partito dai nostri Alunni, felici di aver sperimentato qualcosa di nuovo, di aver potuto ammirare un bellissimo teatro, di aver potuto inserire nel proprio percorso formativo la partecipazione ad uno spettacolo vero e proprio, non una prova generale, che li ha fatti sentire finalmente più grandi, consapevoli e responsabili.

Sono convinta che i ragazzi abbiano fatto un passo avanti nel migliorare le proprie capacità relazionali, forse alcuni scopriranno una passione o un talento insospettati, sentiranno uno stimolo alla propria creatività. Senza dubbio, aver fruito di un concerto di tale livello artistico, farà accrescere la propria autostima ed elaborare una nuova, positiva percezione del rapporto con l’ambiente e la società. Ora siamo pronti per assistere a un’opera! 

© RIPRODUZIONE RISERVATA