Stampa
In: Amministrative 2013

12-12-nisi-1NOCI (Bari) - La presentazione ufficiale del candidato PD alle primarie del centro sinistra si è svolta domenica sera nei locali della parrocchia SS Nome di Gesù ed è stata preceduta dalle introduzioni di Romina Giannini, Cordinamento PD, e di Valeria Maraglino, segretaria dei GD Noci. Moderatore della serata il dott. Nicola Liuzzi.

Il denominatore comune di tutta l'introduzione è stata la messa in evidenza delle capacità e della competenza amministrativa del dott. Domenico Nisi nell'arco di una esperienza politica decennale come consigliere comunale e capogruppo PD dal 2003 al 2012, a cui si aggiunge la sua esperienza da assessore all'urbanistica dal 2000 al 2002. Un patrimonio di competenze politiche riconosciute dal Partito Democratico che è tornato a proporgli la candidatura alla carica di sindaco (nel 2008 fu candidato ed ottenne 2934 voti). E proprio sul tema della (ri)candidatura di Nisi si è soffermato il moderatore Nicola Liuzzi nella sua introduzione "La scelta del PD di candidare Domenico Nisi è una scelta forte, basata sulla competenza. Bisogna essere in grado sin da subito dopo le elezioni di muovere tutte quelle leve per far funzionare la macchina amministrativa. Ecco perchè la scelta del PD di candidare Domenico è la scelta più autorevole perchè dobbiamo scegliere il candidato sindaco con molta razionalità". E quasi ad annunciare una idea di metodo di lavoro "Noi cittadini dovremmo tornare a discutere e a partecipare perchè non bisogna aver paura di cambiare... anche nei partiti. E questo PD ne è la prova. Noi dobbiamo mettere al fianco di Domenico idee migliori e dare a lui la capacità di attuarle".

La segretaria dei GD, Valeria Maraglino, ha rivendicato l'indipendenza dei GD dal PD ed ha precisato la posizione dei giovani democratici "Vorrei ribadire che la competizione non è una guerra fratricida. Tutti e tre i candidati godono stima e fiducia e nelle primarie si punta sulle idee e non sui candidati. Le nostre idee dei GD sono state presentate a Domenico e all'intera coalizione sperando di essere in discontinuità con il passato. Noi GD ci siamo distinti in questi anni per autonomia ed indipendenza dal PD. La scelta di Domenico è stata una scelta pesata e pensata. Non una scelta obbligata. Domenico è una persona coerente e trasparente e noi ci affidiamo a lui, nostro candidato vincente".

12-12-nisi-2Il candidato alle primarie Domenico Nisi è sembrato emozionato per il ruolo che è stato invitato a ricoprire "Il carico di responsabilità dopo 10 anni lo sento eccome e sono molto emozionato. Ringrazio tutto il mio partito che ha voluto puntare sulla mia candidatura. Ringrazio quelli che in questi anni si sono spesi tanto per organizzare le feste democratiche e per riportare la buona politica in questo paese. Ringrazio i colleghi consiglieri Ripa e Plantone che con il loro supporto in questi 5 anni mi hanno consentito di svolgere al meglio il ruolo di capogruppo". Dopo le prime battute iniziali Nisi ha puntualizzato "Lo slogan di questa sera "Adesso parliamo di Noci" non è uno slogan renziano, noi vogliamo semplicemente dare un senso di concretezza alla nostra partecipazione. Ho riletto in questi giorni il nostro programma elettorale del 2008: raccolta differenziata, sviluppo sostenibile, trasparenza amministrativa... tutte cose attualissime e da noi già presentate nel 2008. E sapete perchè sono attuali? Perchè in questi 5 anni non si è fatto nulla". E la critica all'amministrazione Liuzzi è continuata "Il sindaco deve scegliere, non può essere amico di tutti, deve scegliere da che parte stare... ad esempio per la nostra zootecnia in questi anni abbiamo solo approvato inconcludenti ordini del giorno in consiglio comunale e nulla più". E Nisi ha continuato ad analizzare le problematiche del tessuto socio economico nocese passando dalla crisi dell'informatica e dei centri di elaborazione dati che negli scorsi anni avevano garantito buoni livelli di occupazione femminile a Noci fino alla crisi attuale dei grandi gruppi imprenditoriali, con una idea precisa sull'azione che il comune può svolgere per colpire la disoccupazione dilagante "Il Comune è un produttore di occasioni e non un produttore di posti di lavoro", a sottintendere che in questi anni di occasioni mancate di sviluppo ce ne sono state tante, l'ampliamento delle aree produttive ad esempio. Ma la critica è anche verso la macchina amministrativa "In questi anni si sono spesi troppi soldi allargando i centri di costo. Basta. Non è più possibile. Bisogna rimettere a posto le regole". Capitolo a se stante, secondo Nisi, è la crescente domanda di partecipazione alla vita pubblica da parte dei cittadini che rispetto a 5 anni fa è notevolmente aumentata. "Puntiamo le nostre energie sulla persona, di qualunque età e fascia sociale, perchè tutti hanno diritto d'accesso ai servizi del comune". Due le proposte lanciate alla platea: la riorganizzazione dell'associazionismo locale  e la banca del tempo per garantire migliori servizi alla persona, ai cittadini. E c'è spazio anche per una autocritica da parte di Nisi sull'operato del centro sinistra locale "Qualcuno ci dice: "Ma l'opposizione che cosa ha fatto in questi anni?"  Io dico che abbiamo lavorato tanto in consiglio e nel partito, ma siamo stati poco bravi a comunicare il nostro lavoro" ed anche su se stesso "Io ho un basso profilo, non buco lo schermo, ma non ho la pretesa di farlo". Ed in chiusura l'appello finale "Essere chiamati alla rappresentanza porta a fare una esperienza umana straordinaria ed il mio servizio politico dà un tratto di straordinarietà assoluta alla mia vita. In questa settimana se ognuno vive la responsabilità della rappresentanza allora fate campagna elettorale per me. Vi chiedo un sostegno fino in fondo e convintamente".

 

Il video della serata

© RIPRODUZIONE RISERVATA