Stampa
In: Amministrative 2013

03-20-designazione-morea-1NOCI (Bari) – La coalizione del Centrodestra nocese si presenta alla cittadinanza. Domenica 7 aprile alle ore 18.00 presso il Chiostro delle Clarisse, la coalizione che sostiene Stanislao Morea candidato Sindaco alle prossime amministrative del 26-27 maggio, presenterà alla città le proprie idee di comunità. Con la redazione del Manifesto NOCI 2020 il centrodestra nocese prosegue il proprio percorso di condivisione politica e si presenta in forma rinnovata e plurale a distanza di 15 giorni dall’evento organizzato presso la sede locale del PdL.

In quell’occasione, infatti, in un’Assemblea Pubblica molto frequentata e intitolata Verso le amministrative 2013, le principali forze politiche del centrodestra avevano designato Stanislao Morea come futuro candidato Sindaco, raccogliendo il consenso sul nome da parte di numerosi esponenti e rappresentanti delle categorie economiche e civili territoriali. A valle di quell’evento pubblico, si sono succeduti numerosi incontri politici e tavoli tecnici che hanno trovato una prima sintesi in una piattaforma programmatica e aperta di obiettivi e di idee per il prossimo Governo della Città. La formazione politica della coalizione di centrodestra, articolata e rappresentativa, giunge dunque ad una prima sintesi e si propone ai cittadini e ai movimenti che vogliano aderire al proprio progetto politico, valoriale e culturale. E nel pomeriggio di domenica siederanno al tavolo dei relatori i rappresentanti delle 6 liste che sinora hanno aderito alla piattaforma: i partiti Popolo della Libertà e Movimento Schittulli con le liste civiche Noi per Noci, Città Domani, e le neonate Modello Noci ed Economia è Lavoro, a rappresentare la varietà di istanze sociali e il pluralismo che distingue la coalizione. Domenica sette aprile dunque la presentazione. Sette, sarà il numero preponderante di questa campagna elettorale, come sette sono i grandi obiettivi programmatici che il centrodestra si propone per ottenere una Noci, trasparente, sostenibile, attrattiva, creativa, ecologica, competitiva e solidale. Durante la serata molto spazio verrà dedicato alla partecipazione collettiva per ottenere un programma amministrativo che sia quanto più partecipato dalla gente perché al primo posto ci deve essere il cittadino. “La scelta del Chiostro delle Clarisse – sostiene Stanislao Morea – non è casuale (…) vogliamo ridare una nuova dignità alla Politica che deve tornare al centro della nostra Comunità come una cosa bella, trasparente e che dia speranze ed entusiasmo (…) il confronto sulle idee di Città può diventare occasione preziosa per frequentare i nostri bellissimi contenitori culturali da poco recuperati”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA