Stampa
In: Amministrative 2013

morea-stanislao-candidato-03NOCI (Bari) – Niente più manifestazione in piazza per il centro destra nocese che è stato costretto a rinviare l'evento organizzato in data odierna. Motivo? Secondo il comunicato diramato dall'ufficio stampa di Morea si sarebbe trattato di una "contestazione di un componente candidato del centrosinistra". Per Noci BeneComune "Ci esimiamo quindi da qualsivoglia responsabilità per il rinvio della manifestazione". 

E subito si è innescata la polemica tra le due coalizioni, Noci2020 e Noci BeneComune, in merito alla questione dell'utilizzo di via Moro per manifestazioni pubbliche, strada non totalmente riconsegnata alla fruibilità pubblica a seguito dei lavori di restyling relativi al progetto Contratti di Quartiere II. 

Il comunicato diramato da Morea si apre così: "Apprendo con rammarico che la manifestazione pubblica della coalizione di centrodestra dal titolo Scendiamo in Piazza di oggi, domenica 5 maggio non potrà tenersi per una contestazione di un componente candidato del centrosinistra". E prosegue: "L'ente comunale ha infatti deciso di non concedere alla coalizione politica il luogo pubblico scelto quale location della manifestazione". Subito dopo si legge: "Non accettiamo la volontà di qualcuno di creare nella competizione elettorale un clima intimidatorio che potrebbe condizionare la libera competizione democratica - dichiara inoltre fermo e convinto Stanislao Morea - Nonostante riteniamo che l'evento potesse regolarmente svolgersi, per senso di responsabilità, per mantenere un clima disteso, per portare l'attenzione della gente sul dibattito politico e non sulla polemica, la coalizione di centrodestra ha ritenuto opportuno di rinviare l'evento""La coalizione NOCI2020 - chiosa infine Morea - prosegue intensamente nell'impegno assunto di non cedere a polemiche e provocazioni ma orientando il dibattito verso il rispetto reciproco. Gradiremmo altrettanto atteggiamento da parte di tutti".

La coalizione Noci BeneComune respinge ogni addebito mediante una nota fatta circolare in merito alla questione del rinvio della manifestazione del centro destra: "abbiamo appreso della possibilità di poter utilizzare quello spazio e della redazione di un verbale di consegna parziale e provvisoria dei lavori dello scorso 30 aprile, da un commento del candidato sindaco di centrodestra Stanislao Morea sulla bacheca Facebook del gruppo I’NUSCE. Notizia questa probabilmente nota a pochissimi e non all’intera cittadinanza. Notiamo quindi che probabilmente tra i pochi a conoscenza della cosa vi fossero alcuni della coalizione di centrodestra, che prontamente ne hanno chiesto l’utilizzo.  A fronte di quanto poc’anzi detto, apprendiamo a mezzo stampa del rinvio della manifestazione in quanto “l’ente comunale ha infatti deciso di non concedere alla coalizione politica il luogo pubblico scelto quale location della manifestazione”. Quindi la domanda è: le autorizzazioni erano state concesse oppure non vi erano i presupposti per poterle concedere? La questione non attiene alla coalizione di centrosinistra. Ci esimiamo quindi da qualsivoglia responsabilità per il rinvio della manifestazione, poiché nostra preoccupazione è stata soltanto quella di aver voluto garantire il rispetto delle norme, in linea con i principi di legalità e trasparenza che abbiamo posto alla base del nostro modo di fare politica e del nostro programma amministrativo. Rigettiamo inoltre l’accusa di voler avvelenare il clima della competizione elettorale, poiché è nostra volontà confrontarci nel pieno rispetto delle regole unicamente sui programmi. Con ciò detto la questione per noi è chiusa".

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA