Stampa
In: Amministrative 2013

04-29-domenico-nisiNOCI (Bari) - All'indomani del risultato elettorale che ha decretato la necessità del ballottaggio tra Nisi e Morea per la individuazione del futuro sindaco di Noci ecco cosa ha dichiarato il candidato Domenico Nisi (in foto) della coalizione NOCI Bene Comune a NOCI24.it.

 

Come valuta il risultato elettorale della sua coalizione dopo l'esito del primo turno delle amministrative 2013?

Valuto il risultato in termini decisamente positivi, viste le condizioni politiche di partenza. Avevamo come primo obiettivo quello di arrivare al ballottaggio e ci siamo riusciti, con il coinvolgimento di tantissimi cittadini, che hanno voluto condividere ed esprimere con il loro voto il nostro desiderio di far rivivere un autentico senso civico come presupposto dell’azione amministrativa.

In attesa dei risultati ufficiali, secondo i suoi calcoli, come sarà composto il futuro consiglio comunale?

Ho già visto che ognuno, soprattutto nel centrodestra, formula tante ipotesi, alcune verosimili, altre decisamente fantasiose, sulla composizione numerica del consiglio. Per quanto ci riguarda, l’ipotesi più probabile è quella che vede assegnati 8 seggi al centrodestra, 7 al centrosinistra e 1 al Movimento 5 Stelle. Naturalmente, numeri alla mano, sarà la commissione elettorale preposta ad assegnare i seggi, dopo che vi sarà un sindaco proclamato eletto. Ho già visto che lo schieramento di centrodestra è partito con il tam tam della ingovernabilità, prima ancora che vi sia l’attribuzione ufficiale dei seggi. Mi sembra che questa sia la dimostrazione, ancora una volta, della totale assenza di contenuti e di proposte per la città, alla quale si vuole sopperire inculcando nei cittadini notizie non attendibili (ho addirittura sentito la bufala di prossime elezioni già programmate per l’autunno prossimo nonché la notizia di 10 seggi già conquistati, niente di più falso e di infondato anche sotto il profilo normativo!). Al contrario, invece di prendere in giro i cittadini, noi siamo assolutamente sereni e concentrati nel continuare la nostra campagna elettorale per conquistare la guida della città.

Come interpreta il "voto disgiunto" che hanno espresso i nocesi al primo turno?

Il voto disgiunto, per le dimensioni che ha assunto, è un chiaro atto di fiducia dei cittadini nei miei confronti e un altrettanto chiaro atto di sfiducia politica da parte sia delle liste della coalizione di centrodestra che degli elettori nei confronti di Morea.

Come giudica il risultato degli altri candidati, Morea e Colonna?

Per quanto riguarda Morea, come ho già detto, credo che il risultato conseguito debba dargli atto del fatto che le liste a suo sostegno e l’elettorato non hanno voluto dargli fiducia. Anche a fronte del risultato elettorale che il centrodestra aveva ottenuto nelle scorse amministrative e in seguito all’elezione di due rappresentanti in quota Pdl al Senato alle scorse politiche. Per quanto riguarda Colonna, credo che il risultato raggiunto dal Movimento 5 Stelle, trattandosi di elezioni amministrative, possa ritenersi soddisfacente, atteso che comunque si sono garantiti la rappresentanza in seno al consiglio comunale.

In caso di vittoria, come pensa di poter governare il consiglio?

In attesa della definizione precisa dei numeri, come ho avuto modo di dire, è assolutamente indispensabile ridare dignità e valore al ruolo del consiglio comunale come organo di indirizzo politico e amministrativo. La sfida di “vivere” appieno il ruolo e le funzioni di questo organo (discussione dei problemi e sintesi sulla loro risoluzione) può essere una nuova modalità non solo di governo, ma anche di confronto vero e costruttivo sui problemi della città.

Con quali temi rilancerete la campagna elettorale in vista del ballottaggio del 9-10 giugno 2013?

Non credo ci sia bisogno di cambiare i temi della nostra campagna, dato che il turno di ballottaggio non è che una appendice della tornata elettorale e che i temi da noi sviluppati hanno ricevuto un largo consenso da parte della cittadinanza. Andremo avanti in questi altri dieci giorni, quindi, così come abbiamo fatto in queste settimane, con lo stesso stile e con rinnovato vigore ed entusiasmo. 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA