Stampa
In: Amministrative 2018

05 03nocisiamoecivicamenteNOCI (Bari) - Un progetto civico nato dall’esigenza di fornire risposte celeri ai cittadini mediante l’organizzazione più efficiente della macchina amministrativa, ma non solo: NOCIsiamo e CIVICAmente, le ultime due liste nate a supporto della coalizione NociNisi2018 - con Domenico Nisi candidato sindaco - e già presentate pubblicamente lo scorso 19 aprile, nascono con l’obiettivo di fare da collante fra pubblica amministrazione e cittadinanza e ad accomunarle c’è lo slogan “Uniti per Noci” che le accompagnerà fino alle elezioni del prossimo 10 giugno.

05 03nocisiamoecivicamente1Entrambe le liste, nate da un’idea dell’avv. Rocco Mansueto insieme ad un gruppo di professionisti e rappresentanti della società civile, non perdono tempo dunque per farsi conoscere, decidendo di aprirsi alla cittadinanza: intenti e punti di vista sono stati infatti oggetto della nostra attenzione lo scorso lunedì 30 aprile presso la galleria d’arte SPAAACE. Conosciamole meglio: rappresentante da Anna Maria Gentile e Sebastiano Nitti, NOCIsiamo e CIVICAmente sono nate, a dire del portavoce Mansueto, una dopo l’altra grazie al “sorprendente” coinvolgimento dei cittadini che hanno l’obbiettivo di riappropriarsi della politica e vantano la ritrovata solidità del centrosinistra: “Mentre in Italia il centrosinistra si spacca" commenta, “a Noci, si unisce proponendo un programma valido e con i piedi per terra”. “Grazie a persone che hanno sempre orbitato nel centro sinistra” aggiunge Nitti.

Il primo degli argomenti più sentiti, come abbiamo anticipato, la semplificazione dell’approccio dei cittadini alla Pubblica 05 03nocisiamoecivicamente2Amministrazione: per le due ultime arrivate nella coalizione Nisi la soluzione è in uno sportello di professionisti che sappiano agevolare la macchina amministrativa, interfacciandosi esclusivamente con il cittadino. Ma non solo: al centro del progetto politico per NOCIsiamo e CIVICAmente c’è anche il sociale e il mondo del lavoro ed il settore turistico, che per Anna Maria Gentile “deve tornare ad essere silenzioso e salutare, come salutare è l’aria che attraversa Noci, cerniera del turismo fra città più chiassose”. L’idea è infatti quella di puntare su un turismo sostenibile che riavvicini nocesi e turisti alla natura, favorendo attraverso un consistente processo di sburocratizzazione la nascita e la ristrutturazione di strutture ricettive e ricreative nella zona dell’agro.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA