Stampa
In: Amministrative 2018

06 08nociofficinacivicachiusuraNOCI (Bari) – La prima ad aprire le danze, l’ultima a chiuderle. Noci Officina Civica, coalizione a sostegno di Paolo Conforti Sindaco, lo ricorderemo, è stata la prima in assoluto a dichiarare alla cittadinanza la sua nascita. L’ultima in ordine temporale a chiudere i comizi in Piazza Garibaldi prima del tanto atteso silenzio. 

Così l’ing. Conforti agli elettori: “Dietro di noi c’è una coscienza morale che ci dice che dobbiamo cambiare questo paese, che ci indica la strada della libertà: liberare questo paese da chi ha l’arroganza di volerlo amministrare per sempre. Dietro di noi ci sono 80 candidati che lavorano dalla mattina alla sera. Siamo la coalizione che ha rotto gli equilibri politici che per anni il comune di Noci era abituato a vedere. Dietro di noi ci sono quelle famiglie, quei valori, quei padri, quei genitori che sperano in un futuro migliore per i propri figli, che sperano che per Noci ci possa essere qualcosa di diverso. A chi ci chiede di dichiarare pubblicamente noi dimostriamo alla piazza il mio casellario giudiziario. I miei carichi pendenti sono qui, la posizione è nulla. Il 10 giugno attraverso il vostro voto e attraverso il vostro consenso su Paolo Conforti e su ogni candidato della nostra coalizione Noci Officina Civica metterete una firma ad un progetto coraggioso, ad un progetto che ha voluto sfidare una vecchia classe dirigente politica, ha voluto alterare gli equilibri politici di questo paese, ha voluto ascoltare i cittadini. Il 10 giugno cambiate e scegliete noi!”

Durante il comizio sono intervenuti anche Antonio Netti, il prof. Donato Morea (critico nei confronti di due coalizioni senza più riferimenti politici e partitici di un tempo) e il dot. Felice Plantone: "Noci si deve svegliare una volta e per sempre".

© RIPRODUZIONE RISERVATA