Stampa
In: Politiche 2018

02 25 candidati centrodestra presentazioneNOCI (Bari) - Si è tenuto la scorsa domenica 25 febbraio, presso la sala congressi in via Papa Pio XII, l’ incontro “il centrodestra con tutti voi” finalizzato alla conoscenza di alcuni dei candidati alle politiche di domenica prossima 4 marzo della coalizione comprendente Forza Italia, Lega, Fratelli D' Italia e Noi Con l’ Italia - Udc. Presenti il sindaco di Locorotondo Tommaso Scatigna (Candidato al collegio Uninominale Puglia 04 per il Senato), l’ On. Trifone Altieri (candidato al collegio uninominale Puglia 06 per la Camera), il dott. Mauro D’ Attis (candidato al plurinominale Puglia 03 per la Camera con Forza Italia) e il senatore Michele Boccardi (candidato al plurinominale Puglia 02 al Senato con Forza Italia).

Tutti e quattro i candidati hanno, nei rispettivi interventi, sottolineato quanto il territorio dei collegi in cui saranno eleggibili sia stato martoriato dai governi di centrosinistra degli ultimi anni. A partire da Noci, la quale avrebbe perso l’ appellativo di cittadina modello, fino all’ intera Puglia, la quale dopo 15 anni di governo del centrosinistra si ritroverebbe governata da una classe dirigente incompetente. A questa, il centrodestra vuole contrapporre i propri candidati competenti, preparati e capaci, persone “vere” che parlano di problemi afferenti alla vita vera, persone pragmatiche e impegnate per il territorio.

Tutti e quattro i candidati, inoltre, hanno sottolineato l’intenzione di voler riportare le tematiche nazionali, già ampiamente discusse nei dibattiti televisivi, al livello territoriale. Ridimensionarle, cioè, al livello del piccolo agricoltore e dell’ allevatore, dell’ artigiano, della piccola e media impresa, consci che, nella loro politica, verranno sempre “prima gli italiani”, non come forma di razzismo, ma come forma di tutela per riportare l’ Italia ad essere un paese per gli italiani. Varie le proposte enunciate nel corso della serata, soprattutto nell’ intervento dell’ onorevole Altieri, come quelle della certezza della pena, della costruzione di nuove carceri, della riforma delle cartelle esattoriali, della flat tax, del testo unico sull’ agricoltura.

Ultima congiuntura nei tre interventi l’appello al voto. E’ l’astensionismo, a detta dei quattro, il vero nemico da battere per riportare al governo il centrodestra. Per fare ciò, a detta del senatore Boccardi, bisogna impegnarsi come se le politiche fossero delle amministrative: coinvolgendo i propri vicini, andando di porta in porta per convincere chi non ha intenzione di esprimere una preferenza. Altri appelli quello al “voto inutile”, ovvero al voto nei confronti di liste minori che certamente non riceveranno seggi in parlamento, e quello al “voto pericoloso” (così definito da D’ Attis): il voto al moVimento 5 Stelle, ritenuto il grande e incompetente ostacolo alla vittoria del centrodestra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA