Stampa
In: Altri sport

02 11 giada lippolis prima coppa pugliaNOCI (Bari) - Prima gara del 2018 e prima vittoria per la giovanissima karateca nocese, Giada Lippolis, figlia dello storico maestro di karate, Donato Lippolis, suo allenatore e primo sostenitore in gara.
Domenica 28 gennaio, nel palazzetto dello sport di Bari Carbonara, è andata in scena la 2a edizione della Coppa Puglia CSEN di Kumite, il karate da combattimento praticato da Giada sin da quando era piccolina: la nocese, per la prima volta inserita nella categoria "Cadette", per le 15enni-16enni fino a un massimo di 47 kg, non ha perso un solo incontro, trionfando infine in finale per 5 punti a 0 e portando a casa la vittoria di categoria. 
Gli obiettivi per questo 2018, però, sono ben altri per la Lippolis e cioè brillare nei campionati italiani a squadre e individuali, per strappare il biglietto a un raduno della nazionale italiana e giocarsi la sua chance di gloria nel karate italiano.

 02 11 giada lippolis campionati italianiVi avevamo già parlato di lei lo scorso ottobre 2017, proprio per un risultato nazionale di rilievo, cioè il 3° posto pari merito ai Campionati Italiani individuali di Riccione per le esordienti categoria B.
Dopo ottobre, come già preannunciato da Giada, sono arrivate anche la cintura nera 1° dan, la cintura nera riconosciuta a livello regionale e nazionale e infine la convocazione del Centro Tecnico regionale tra i migliori giovani karatechi di Puglia.

Quella del 28 gennaio scorso, invece, è stata la prima gara del 2018 per la nocese, che quest'anno affronterà una nuova categoria come quella Cadette: la prima prova è andata bene, con un primo incontro vinto 8-0 e la finalissima per 5-0.
I punti nel kumite vengono assegnati in base ai colpi messi in atto dai contendenti durante il combattimento, mentre se l'incontro termina sullo 0 a 0, sono gli arbitri ad assegnare la vittoria finale tramite bandierine.
Per la Lippolis, non c'è stato bisogno dell'intervento dei direttori di gara e tutto è filato liscio fino alla vittoria finale: ora, però, viene il bello della stagione sportiva.
"Le mie prossime gare in programma saranno, per ora, i campionati regionali che si dividono in diverse tappe, i campionati italiani a squadre (con la squadra pugliese del CTR, Centro Tecnico Regionale), e più in là i campionati italiani individuali" - ci racconta l'atleta nocese. "Uno dei miei obiettivi è quello di entrare a far parte della nazionale italiana di karate, ma sarà un percorso pieno di ostacoli e sacrifici".

Non essere ancora arrivata sin lassù è quasi un pallino fisso per Giada, nonostante gli ottimi risultati ottenuti sin qui, anche nazionali come per lo scorso ottobre. "Vedere altri ragazzi e ragazze, quasi della mia età, diventati già campioni europei o mondiali mi fa un po' rabbia e mi chiedo "Riuscirò anch'io ad arrivarci?", quindi vorrei migliorare me stessa per arrivare lì dove adesso ci sono altri, step by step. Vorrei provare anch'io quei momenti di immensa gioia nel salire su un podio così tanto atteso come quello nazionale, europeo o mondiale".

Allora continua così, Giada e vai a prenderti quello che tanto desideri.