Stampa
In: Calcio a 11

07 20barcellonacamp2

NOCI (Bari) - Imparare le tecniche calcistiche di uno dei Club di maggior successo al mondo partecipando al Football Club Barcelona Soccer Camp: è l'opportunità che ogni estate, da qualche edizione ormai, viene offerta ai ragazzi e alle ragazze dai 6 ai 16 anni (quest’anno nati tra il 2001 e il 2011) appassionati e tifosi. Dopo l'esperienza del 2016, la scuola calcio del Barcellona è tornata in Italia per organizzare uno dei maggiori summer camp d’Europa e, anche in questa occasione, Noci ha dato il suo contributo.

07 20barcellonacamp1Il dott. Giuseppe Lippolis, fisioterapista, ha partecipato per due settimane consecutive ai camp del club catalano, facendo tappa a Mogliano Veneto dal 18 al 23 giugno e a Gressan dal 25 al 30. Ogni FCB Escola Soccer Camp Italia infatti dura una settimana: qui ai ragazzi, fra gioco e divertimento, vengono insegnati senso di responsabilità, valore delle regole e dell’educazione e stile di gioco del Barcellona: "ampiezza e profundidad". Il tutto sempre sotto la guida diretta e costante, sul campo, degli allenatori ufficiali della “Cantera”, che arrivano direttamente e appositamente da Barcellona per dirigere in campo gli allenamenti.

I Campus del Barcellona anche quest’anno sono stati organizzati da Macsy srl, licenziataria ufficiale dell' FC Barcelona in Italia. Per il nocese Lippolis però, entrato a far parte del team organizzativo e medico, non si è trattato della primissima esperienza: già nel 2016 aveva partecipato agli stessi camp per sei mesi consecutivi, viaggiando fra Italia, Svizzera e San Marino. “È stata un'esperienza fantastica” ha dichiarato in esclusiva per Noci24.it, “sia dal punto di vista professionale, perchè mi ha permesso di lavorare con i bambini, sia dal punto di vista umano, perchè ho avuto a che fare con gente fantastica, con la quale mi sono potuto confrontare. Dal punto di vista sportivo si è trattato di un'esperienza altrettanto meravigliosa: perché regala ai bambini un sogno indescrivibile. E’ bellissimo quando i più piccolini entrano in campo e ascoltano l'inno del Barcellona, ma anche quando si confrontano con tanti altri bambini, momento in cui nascono amicizie meravigliose”.

07 20barcellonacamp