Stampa
In: Calcio a 5 femminile

02 04 nicoletta mansueto alle selezioni per la nazionaleNOCI (Bari) - Non c'è due senza tre, dice il famoso detto e infatti per Nicoletta Mansueto dopo la prima e seconda chiamata in nazionale, è arrivata anche la terza convocazione, per il raduno del 13-16 febbraio a Novarello, in provincia di Novara.
Sono 18 le convocate del ct Menichelli per questo primo stage azzurro del 2017 “che ha l’obiettivo sia di valutare nuove giocatrici, prevalentemente giovani, sia di rivedere chi è stata già convocata nei precedenti raduni ma meno utilizzata nelle gare internazionali”, dichiara l'allenatore azzurro.
Una prima opportunità per alcune e una 2a opportunità per altre, che potrebbe rivelarsi decisiva in previsione dei prossimi Mondiali di calcio a5 femminile e in generale per il futuro della nazionale italiana in rosa: Nicoletta lo sa e darà il tutto per tutto per la maglia più ambita.

 La prima convocazione in nazionale per la nocese risale al 2015, con le pre-selezioni per l'allora nascente nazionale di calcio a5 femminile dietro la guida di coach Roberto Menichelli.
Da allora ne sono successe di cose nella carriera della promettente calcettista classe '97, tra cui la più importante rappresentata dalla vittoria dello scudetto con il Montesilvano.
In due anni Nicoletta è passata dall'esperienza in serie A con la Salinis di Margherita di Savoia a quelle in serie A elite con Montesilvano e Statte, società dove tutt'ora milita. Nella stagione in corso ha segnato 5 gol con la maglia della storica squadra tarantina, tra cui l'ultima rete, importantissima, siglata la scorsa domenica contro la Lazio, per la 1a giornata del Gold Round, la 2a fase del campionato elite.
Ad essa accedono le prime 5 dei due gironi d'elite e lo Statte è arrivato 5° nel girone B, dopo la prima fase, non riuscendo però ad accedere alle Final Eight di Coppa Italia per le prime 4 dei due raggruppamenti: ora però avrà l'occasione di misurarsi con le più forti d'Italia e giocarsi un buon posto per i play off scudetto e in questo la Mansueto sta dando il suo apporto, come per il gol vittoria di domenica scorsa.

Il 12 febbraio si va dalla temibile Ternana, ma oltre all'impegno di campionato, Nicoletta è attesa il giorno dopo da un'altra chiamata importante, anzi decisiva.
Coach Menichelli è molto attento alle giovani promesse azzurre, ma ovviamente non tutte potranno entrare a far parte della sua rosa di prescelte per gli appuntamenti che contano: per questo, 18 ragazze sono pronte ora a sudare e lottare, per una maglia, la più ambita da un giocatore, come è ovvio che sia. 
"Rivedere il mio nome è stata una sensazione bella, sono felice ma ho anche una grossa paura! Penso che ora tocca a me prendere questo treno.
Io di certo ce la metterò tutta! Alla fine non capita a tutti di difendere i colori della propria nazione".
Allora non ci resta che dire "In bocca al lupo, Nicoletta!".

© RIPRODUZIONE RISERVATA