Stampa
In: Calcio a 5 maschile

05 29 Piangivino GiancarloNOCI (Bari) - Non hanno aspettato l'esito del ricorso, i dirigenti del Noci C5, per la lunga squalifica di mister Piangivino (fino a marzo 2017), rimediata durante il 1° turno delle Qualificazioni ai play off contro il Just Mola. Indipedentemente dall'esito del ricorso, il presidente D'Elia e i suoi, per "divergenze direzionali" hanno comunque deciso di sollevare mister Giancarlo Piangivino dall'incarico, ringraziandolo per l'ineccepibile lavoro e risultato raggiunto e con un augurio per il proseguo della carriera. Diplomatica la reazione del mister nocese, che sottolinea però di avere la squadra dalla sua e di uscirne vittorioso, nonchè di capire l'esigenza di un mister in campo, cosa che con la squalifica non sarebbe possibile. Intanto il presidente biancoverde parla con certezza di un allenatore forestiero per la prossima stagione, che sarà probabilmente in C1.

 

05 29 DElia Giandomenico"La scelta non è stata frutto della squalifica, a cui comunque abbiamo presentato ricorso per una sanzione fin troppa "generosa"." precisa D'Elia. "La scelta , presa a maggioranza dalla dirigenza, è pervenuta solo per divergenze direzionali: dal punto di vista del lavoro e del risultato tutti siamo stati soddisfatti dell'ottimo lavoro svolto dal Mister Piangivino a cui va il mio più sincero ringraziamento per ciò che ha fatto."

Giancarlo Piangivino appartiene di diritto alla storia biancoverde: ultimo allenatore ad aver portato i nocesi in C1 e, quest'anno, semifinalista di Coppa Puglia e 3° ai play off per il ripescaggio nella serie superiore. I risultati del mister nocese sono indubbi per tutta la dirigenza e i suoi ragazzi, ma a quanto pare ci sarebbero divergenze di vedute tali da aver portato al sollevamento di Piangivino dall'incarico di allenatore della prima squadra. 
"È stata una decisione improvvisa, che esula dal ricorso ancora in corso." sottolinea il mister. "Ha deciso così la società , anche se anche io in caso di respinta del ricorso non avrei continuato, perche è giusto avere in panchina un allenatore, da lontano è difficile gestire una squadra. Comunque, non me l'aspettavo, ma sono tranquillo perché ne esco da vincitore, ancora una volta."

Piangivino parla del dispiacere che avrebbe raccolto dai suoi ragazzi per la scelta societaria ma si dice "sereno, perché ho dimostrato il mio valore, malgrado tutto".
L'allenatore nocese non è comunque intenzionato a fermarsi e che il ricorso sia respinto o accettato e la "pena" ridotta o del tutto annullata, è deciso a rimanere comunque nel futsal. "Valuterò dopo la risposta del ricorso cosa fare. Se la squalifica verrà confermata, vorrà dire che la sfrutterò per un periodo di aggiornamento; seguirò diverse partite e conoscerò altri giocatori .
Il tempo è galantuomo. In bocca al lupo, comunque, a tutti i dirigenti e alla società biancoverde."

© RIPRODUZIONE RISERVATA