Stampa
In: Calcio a 5 maschile

02 06 noci calcio a cinqueNOCI (Bari) - Il momento sembra essere sfavorevole per alcune delle squadre del futsal nocese maschile: dopo il Futsal Noci, anche il Noci calcio a cinque sta patendo numerose assenze in rosa, soprattutto per infortuni, in alcuni casi anche gravi.
Nonostante una lista convocati risicata, però, i ragazzi di mister Piangivino stanno riuscendo a portare a casa il risultato e a stringere i denti fino alla fine.
L'ultima importante soddisfazione è arrivata sabato 3 febbraio, nella sfida casalinga con il Futsal Lecce, altro diretto concorrente del girone B della C2, come il Noci, per un posto nei play off.
Uno scontro diretto in piena regola, contro una squadra, quella biancorossa, in un buon momento di forma e di risultati, che, nonostante i pochi cambi per il Noci, ha visto comunque trionfare la formazione di casa, per convinzione e intrapredenza, dimostrate fino all'ultimo minuto. Doppietta di Leoci, gol di Gentile e, ciliegina sulla torta, un gol da porta a porta del portierone Casulli.

02 06 claudio leoci Ancora una volta, il contributo dell'ultimo arrivato, il pivot Claudio Leoci, si rivela decisivo per i biancoverdi.
Con mister Piangivino in tribuna per scontare il suo turno di squalifica e il suo secondo, l'ex gloria biancoverde, Gianvito Carucci, a dare indicazioni in campo, il match si mette subito bene per i padroni di casa: è proprio Leoci a portare in vantaggio i suoi, bravi a difendere il risultato per tutta la mezz'ora del primo tempo. (foto di Tuttocampo.it)

Nel secondo tempo, un leggero calo di attenzione nocese fa incassare il primo gol avversario, a firma di Cigliola; i nocesi riescono però a risistemare tutto in poco tempo e si portano nuovamente avanti.
Come in una giostra, le due squadre giocano ad acchiapparsi e rincorrersi e per un errore nocese difensivo, arriva anche la seconda rete e l'ennesimo pareggio a opera del Futsal Lecce, con Munoz.
Il Noci, seppur con la panchina corta, mantiene alto il ritmo e l'attenzione e insiste sottoporta per ristabilire nuovamente il vantaggio, sprecando anche delle occasioni: finalmente per la squadra arriva l'ennesima "benedizione" in porta di Leoci, impreziosita, poco dopo, da una grande intuizione del suo portiere, il giovane Casulli.
Questi, infatti, a fine partita, adocchia il portiere avversario fuori porta e prova a insaccare la sfera nella rete avversaria, da porta a porta, riuscendoci tra gli applausi del pubblico e dei suoi.
Il 4-2 finale consegna ai biancoverdi 3 punti preziosissimi per la classifica, che valgono il 7° posto temporaneo, l'ultimo utile per accedere ai play off per la serie C1.

"La partita di sabato era importante per diversi motivi: innanzitutto trovavamo una squadra rinforzata e che sta lottando con noi per le posizioni migliori". A parlare è mister Piangivino, costretto a seguire i suoi dalla tribuna, dopo la squalifica rimediata nello scorso match. "Abbiamo giocato in piena emergenza infortuni. I pochi giocatori convocati hanno dato tutto in campo, fornendo sopratutto nel primo tempo una prestazione maiuscola. Avemmo potuto vincere anche per diversi gol a zero, ma il solito problema che hanno i ragazzi è che non sanno sfruttare le occasioni al massimo.
Nonostante ciò, abbiamo meritato di vincere perché abbiamo lottato e c'abbiamo creduto fino alla fine. I ragazzi sono stati bravi e devo ringraziare Carucci, il mio sostituto, bravo a gestire i cambi e a dare i consigli ai giocatori.
Purtroppo, ripeto, siamo in piena emergenza: abbiamo tanti infortunati e siamo pochi. Speriamo di recuperare qualcuno per sabato, ma so che comunque lotteremo fino alla fine e cercheremo di onorare al meglio il campionato".

Se per Gianni Mirizzi la stagione è già finita, per grossi problemi al ginocchio, la lista di giocatori del Noci C5 in infermieria desta preoccupazioni: Takao Hanaki, dopo uno stop di 15 giorni, si è infortunato nuovamente lo scorso match. 
Francesco Gentile ha una contrattura al polpaccio, ma nonostante ciò è riuscito ad andare a segno contro il Futsal Lecce; Francesco Mastrangelo si è fatto male alla caviglia e infine Francesco Lopriore ha una frattura al piede.
"Pensiamo di recuperarlo a fine mese, ma è dura. Stiamo facendo miracoli", commenta Piangivino, ripensando a sabato, quando, con soli 7 elementi, i suoi ragazzi sono riusciti a vincere un avversario tosto e preparato.
Insomma, chi l'ha dura la vince, dice il detto e la speranza per il Noci C5 è quella di continuare a crederci, nonostante tutto.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA