Stampa
In: Calcio a 5 maschile

01-11 noci azzurri futsal lecceNOCI (Bari) - Una vittoria sulla carta più che fattibile, ma il nero su bianco definitivo ce lo mettono gli azzurri nel risultato: 5-2 contro il Futsal Lecce di bassa classifica, sabato pomeriggio in casa e i punti diventano 6, ad una giornata dal termine del girone d'andata. Quattro gol nel primo tempo e tre nel secondo, con il bandolo della matassa che passa dagli azzurri ai bianchi tra primo e secondo tempo, ma Quiete e Marzullo ipotecano la vittoria sul finale.

Primo tempo agevole per i ragazzi di mister Cipriani, davanti al pubblico di casa accorso per la sfida contro il Lecce: è Colucci a segnare per gli ospiti, ma gli azzurri fanno tris prima con D'Onghia (primo gol del match), poi con Quiete e infine con Marinuzzi, chiudendo assolutamente a favore la prima frazione. Secondo tempo di riscatto per il Lecce, che impensierisce sin da subito Lasaracina tra i pali, costretto dopo 3' dal fischio d'inizio a chiudere prima su Ingrosso e poi su Giglio, entrambi pericolosi nella stessa azione con il primo palo sulla destra come bersaglio prescelto. 

Gli azzurri non approfittano, invece, della "bonta" della difesa avversaria, risultando imprecisi in fase conclusiva e poco lucidi in costruzione: il primo quarto, infatti, "parla" leccese, con gli avversari che si spingono in avanti e tentano di accorciare. Ci riescono con Arnesano al 15' circa, che beffa Lasaracina con rasoterra, dopo il rapido servizio del compagno Musarò. Marinuzzi e Salatino si lasciano andare alla tensione del momento e rimediano in breve tempo due gialli; gli avversari intanto cercano l'assist al centro per il pivot di turno che possa attentare alla porta azzurra con rapidità, come da copione del secondo centro. Ci vuole il nuovo ingresso in campo di Quiete a dare la svolta.

Il nocese dialoga con Marzullo, servendolo sulla destra e facendo buon movimento in attesa del cross che arriva preciso sul secondo palo per il 4-2, al 26' circa. Gli avversari, davanti all'incremento del vantaggio, alzano le mani, letteralmente parlando e il fallo consegna a Marzullo la palla del rigore. Non sbaglia, per il 5-2 finale!

Fotogallery

© RIPRODUZIONE RISERVATA