Stampa
In: Pallamano

NOCI (Bari) – Torna con la vittoria in tasca la pallamano Gioiella Cap Noci dall’ultima trasferta e dall’ultima giornata di questo campionato. Sabato sera infatti contro il  Gaeta Degiorgio e compagni ottengono i tre punti, dopo aver dominato l’intera partita e chiudendo i sessanta minuti di gioco con il risultato di 17-22. Una vittoria inutile per la corsa playoff, visto che il Fondi ha ottenuto una preannunciata vittoria ai danni del Kelona e ha staccato di fatto l’ultimo pass disponibile. Il Noci chiude quindi la regular season del girone C del massimo campionato nazionale di pallamano al quinto posto con 23 punti, e dall’11 marzo prenderà parte ai playout.

 

La cronaca della gara ha poco o nulla da raccontare. Le due squadre, infatti, onorano una partita il cui risultato è inutile ai fini della classifica (il Fondi infatti aveva già ottenuto la vittoria sul Kelona nel primo pomeriggio). Nonostante questo, la squadra di mister Iaia gioca una buona partita dal primo all’ultimo minuto. Punto di forza dei biancoverdi è la difesa maniacale, che annulla le sortite offensive dell’avversario. Grazie a un Laera sempre ispirato e a Bobicic, autori rispettivamente di 6 e 7 goal, il Noci gestisce abilmente la fase d’attacco mettendo al sicuro il risultato. 

L’ANALISI – La regular season della pallamano Noci si chiude con 23 punti all’attivo e il quinto posto in classifica, frutto di 7 vittorie (di cui una ai rigori) e 8 sconfitte. Il sogno playoff è sfumato soltanto all’ultima giornata, quando il Fondi, con un solo punto di vantaggio, è riuscito a staccare l’ultimo pass disponibile. Il bilancio non può che essere positivo per la squadra biancoverde, che ha affrontato ben 11 partite su 16 senza lo "straniero". Marko Bobicic, arrivato a Noci dopo l’infortunio di Hechavarria, è stato tesserato soltanto a Gennaio ed è stato utilizzato nelle ultime cinque partite. Con il Montenegrino il Noci ha cambiato ruolino di marcia, ottenendo 4 vittorie su 5 (di cui 3 in trasferta) e tenendo testa per tutta la partita al Conversano.
La clamorosa vittoria del Fondi in casa della Junior Fasano ha spezzato i sogni playoff del Noci. Pesantissimi però in quest’ottica si sono rivelati i punti persi dai biancoverdi nella trasferta di Fondi (gara terminata 25-24 per i laziali), e nella vittoria casalinga con il Valentino Ferrara (30-29 per il Noci dopo i tiri di rigore). Il quinto posto, seppur sia un buonissimo risultato, frutto di una squadra composta da giovanissimi e in buona parte tutti nocesi, sta veramente stretto ai biancoverdi, che più volte hanno dimostrato di meritare un posto per i playoff. Una nota di merito va a Vincenzo Laera: il terzino/ala biancoverde, appena diciottenne, ha totalizzato 110 goal nel corso della stagione, cioè il 26,8 % dei goal totali della squadra. Tale bottino ha permesso a Laera di piazzarsi alla sesta posizione della classifica generale marcatori della serie A, risultando essere il terzo italiano miglior marcatore del torneo dopo Ceccarini del Valentino Ferrara e Moretti del Bolzano.

PLAYOUT – Cosa succede ora? Il girone C del massimo campionato nazionale si divide in due parti: le squadre classificatesi dalla prima alla quarta posizione (Fasano, Conversano, Siracusa, Fondi) disputano i playoff, cioè un mini girone con gare di andata e ritorno. La prima classificata ottiene il pass per le finalissime di maggio che assegneranno lo scudetto. Le squadre classificatesi dal quinto al nono posto (Noci, Valentino Ferrara, Benevento, Gaeta, Kelona) disputano i playout organizzati secondo la formula “ad orologio”. Gare di sola andata e classifica finale a cui si addizioneranno un bottino di punti bonus distribuiti in base alla posizione finale della regular season. Il Noci, essendo la prima delle cinque squadre, partirà con 10 punti in classifica.

I playout partono sabato 11 marzo secondo il seguente calendario:

La classifica ai nastri di partenza è la seguente:

Noci 10 punti; Valentino Ferrara 8 punti; Benevento 6 punti; Gaeta 4 punti; Kelona 2 punti.

Al termine della fase “ad orologio” l’ultima classificata retrocede in serie A2.

© RIPRODUZIONE RISERVATA