Stampa
In: Pallamano

NOCI (Bari) – A distanza di due settimane dal termine della regular season, questa sera torna in campo la pallamano Gioiella Cap Noci per onorare l’impegno dei playout. Dopo il quinto posto in classifica conquistato durante il campionato, Degiorgio e compagni sono chiamati ora a difendere la permanenza in A1 in questo mini torneo con la formula “ad orologio” che prevede partite di sola andata con le altre squadre del girone classificatesi dalla quinta alla nona piazza. La pratica “salvezza” è una mera formalità in quanto, secondo regolamento federale, il Noci parte con 10 punti in classifica e può quindi già vantare ben 8 punti di vantaggio sull’ultima, il Kelona. Sempre seguendo quanto riportato dal regolamento infatti, a retrocedere in serie A2 sarà soltanto la squadra che si classificherà ultima al termine dei playout. Detto questo, stasera dalle ore 19 al nuovo palasport nocese si apre il sipario sulla prima sfida ufficiale, che vedrà il Noci contendere i tre punti al Benevento. Una partita che si preannuncia bella da vedere, visto che in campionato, nonostante abbia sempre avuto la meglio il Noci, la sfida è stata sempre tirata e giocata di goal in goal.

Il risultato conseguito nella regular season di questo campionato nazionale di serie A1 ci lascia soddisfatti e allo stesso tempo amareggiati” commenta ai nostri microfoni mister Domenico Iaia (in foto). “Siamo amareggiati perché io credo che avremmo meritato la partecipazione ai playoff, in virtù inoltre del fatto che per buona parte del campionato non abbiamo potuto contare sullo “straniero”. Soddisfatti perché, anche per la motivazione precedentemente indicata, siamo riusciti a centrare un risultato importante. Per i playout che inauguriamo stasera, voglio dire che la classifica ci fa partire avvantaggiati visto il bottino di dieci punti in partenza. L’obiettivo sarà raggiungere quanto prima la matematica salvezza. Questi playout serviranno anche ai ragazzi del settore giovanile, che verranno inseriti in prima squadra e provati nel corso delle partite, con l’obiettivo di inserirli definitivamente nel roster della squadra che affronterà il campionato il prossimo anno”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA