Stampa
In: Pallamano

04 24noci tavarnelleNOCI (Bari) - La Zeroglu Cap Noci è fuori dalla corsa al girone unico di serie A1 e il prossimo anno dovrà disputare il campionato di serie A2. Negli occhi dei ragazzi, lo scorso sabato 21 aprile, soprattutto a fine partita, abbiamo letto amarezza ma la consapevolezza che è mancato qualcosa per poter ribaltare il risultato in casa dei toscani il 14 aprile scorso (27-25) non è assolutamente mancata. Il Tavarnelle, anche questa volta, fra le mura del PalaIntini, ha mostrato la volontà di raggiungere l’obbiettivo del girone unico portandosi sul 1-4 nei primi 5 minuti di gara a viso aperto.

I biancoverdi, dal canto loro, sotto l’attenta supervisione del mister Iaia, si sono dimostrati molto efficaci in fase offensiva, ma alquanto distratti in quella difensiva, tanto da subire le continue percussioni dei due terzini avversari ben dotati sia fisicamente che tatticamente; sono servite quindi le fantastiche parate di Di Giandomenico a mantenere viva la partita nella prima frazione di gioco chiusa in parità sul 12-12.

Alla ripresa per il Noci è giunto il momento di schierare i fratelli Recchia ed è stata forse questa la mossa che ha rimesso in moto gli animi dei leoni: si riprende a giocare una buona pallamano, forse la migliore che ci si potesse aspettare da questa squadra martoriata dalla sfortuna, dalla stagione fatta di infortuni lunghi e pesanti che hanno condizionato le prestazioni fisiche dei ragazzi mai del tutto al meglio. Solo a metà del secondo tempo il Noci riesce a raggiungere il massimo vantaggio che li ha portati dritti verso la fase successiva, il +3 sperato e voluto con tutte le forze (17-14).

Qui è cambiato qualcosa. Abbiamo registrato qualche fischio a sfavore alquanto discutibile: il portiere del Tavarnelle decide di non sfigurare difronte alla prestazione del nostro Di Giandomenico e inizia a tirar fuori parate che hanno fatto applaudire anche il pubblico di casa: i toscani si portano addirittura in vantaggio di due lunghezze.

04 24tavavarnelle esultaA nulla è servito lo sprint finale della Zeroglu Cap Noci che ha chiuso questa partita sul 29-29, risultato appunto che risulta essere amaro, ma che fa pensare a quanto in questi casi la forza non basti per essere i migliori. Gli avversari festeggiano al centro del campo, i nostri raccolgono gli applausi e le pacche sulle spalle dei tifosi certi che il prossimo anno sarà un anno migliore e che un posto nella massima serie non è un sogno lontano ma possibilità da cercare con tutta la forza e tutta la grinta che solo dei leoni possono avere.

Noci- E.Go Tavarnelle 29-29 (p.t. 12-12)

Noci: Corcione 2; De Finis; Di Giandomenico; Cantore 3; Giannini; Laera 5; Montalto; De Luca; Fasano M; Labate; Notarangelo; Bobicic 10; Recchia M 7; Recchia S 2; all: Domenico Iaia.

E.Go Tavarnelle: Ciani; Provvedi 4; Vanni; Bevanati 4; Pierattoni; Lastrucci; Varvarito 1; Pesci 8; Vermigli 3; Pietrangeli 6; Silei; Borgianni E. 3; Vucci Simone; Pelacchi. All: Nedeijko Lalic.

Arbitri: Cardone – Cardone

© RIPRODUZIONE RISERVATA