Stampa
In: Pallamano

04 18pallamanonociandriaNOCI (Bari) - Ennesima vittoria della pallamano noci tra le mura amiche del pala De Luca Resta lo scorso sabato 13 aprile. A farne le spese è un’ottimo Gymnica Sveva Andria che nulla può contro la supremazia tattica e fisica dei leoni biancoverdi che, seppur con qualche errore al tiro nella fase iniziale della partita, conduce la gara sempre in vantaggio.

Si rivede in campo una vecchia conoscenza della pallamano nocese: tra i pali andriesi infatti c’è Nebbia, portiere putignanese che conta diverse presenze con la maglia della New Handball Noci e che porta esperienza a tutta la sua squadra. Ma non è l’unico a rendere interessante il gioco degli andriesi. Si nota infatti sin da subito che la pallamano espressa dalla Gymnica Sveva è buona: si distinguono bene le varie fasi di gioco ed il tutto è dovuto a chi della panchina ne ha fatto una seconda casa. Il mister Realmonte, allenatore di vecchia guardia, ha esperienze a qualsiasi livello di pallamano italiana.

Il racconto della gara finisce 25-15: una delle partite meglio giocate dalla squadra condotta da capitan D’Aprile, tornato disponibile per l’occasione. Poco da dire: le squadre si sono molto rispettate sia dentro che fuori dal rettangolo di gioco, una partita poco fallosa e ben giocata da entrambe le parti. A fare la differenza infatti sono state le singolarità dei terzini nocesi che dopo un brutto inizio di partita in fase di attacco hanno rimesso in sesto la mira ed hanno affondato colpo su colpo fino al fischio finale i biancoblu della Gymnica Svesa Andria.

Vittoria importante quindi per creare morale in vista del big match di sabato prossimo 20 aprile in quel di Andria, dove la Fidelis, seconda in classifica a 4 punti dalla vetta ma con una partita in meno, aspetta la squadra di mister Ritella per la partita che vale una stagione: si tratta sicuramente delle due squadre migliori di questo campionato, le uniche capaci di creare dello spettacolo a questi livelli viste le composizioni delle squadre fatte da entrambe le parti di talento ed esperienza. Sul terreno del palasport di Corso Tedesco ad Andria si giocherà la possibilità di ritornare con un piede nella pallamano che conta, quella serie A2 e che entrambe le società cercano. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA