Stampa
In: Pallamano

04-12- 2020 pasquale maione pallamano noci

NOCI (Bari) - Per il secondo appuntamento della rubrica “Biancoverdi in quarantena”, è Mister Pasquale Maione della Noci Pallamano a commentare la sua prima stagione da allenatore.

(foto pagina facebook: Noci Pallamano)

Con la deliberazione della FIGH dello scorso 4 aprile, tutti i campionati di pallamano sono stati congelati e conclusi:  la formazione nocese si è classificata al 4 posto con 16 punti nel Girone C di A2 maschile. A Maione abbiamo voluto rivolgere qualche domanda per farci raccontare qunto fin qui vissuto. 

E’ soddisfatto della stagione disputata fino a questo momento?

“Si, sono molto soddisfatto della stagione. Peccato sia finita in questo modo però posso essere sicuramente soddisfatto perchè ad inizio anno l’obiettivo era la salvezza visto il primo anno di molti ragazzi in questa categoria. Devo dire che abbiamo raggiunto l’obiettivo in pieno, abbiamo scavalcato la classifica punto dopo punto ma mancava la parte più bella del campionato dove dovevamo disputare quattro partite in casa di cui una già disputata e vinta e potevamo scalare altre posizioni.”

Cosa ne pensa della sua prima stagione da allenatore?

“La mia prima stagione da allenatore va di pari passo con quella della squadra. La squadra ha risposto alla grande agli input che ho cercato di dare, i ragazzi gli ho visti molto partecipi durante tutta la stagione. Ci è voluto un po’ di tempo per cambiare la mentalità però alla fine anche loro hanno capito in quale direzione volevo andare e siamo andati tutti insieme. Il quarto posto lo dimostra.”

La Figh ha concluso anzitempo i campionati. Lei sperava in una ripresa?

Io speravo in una ripresa, ma nello stesso tempo ero molto scettico. Penso che sia stata la decisione più giusta possibile perchè con la salute non si scherza soprattutto per il nostro sport che è uno sport di contatto e dobbiamo stare vicini sia in campo che negli spogliatoi. Sicuramente c’è tanto rammarico da parte mia,dei ragazzi e della società perchè finire la stagione in questo modo non è mai bello e non c’è mai soddisfazione. Penso però che altra decisione non si poteva prendere.”

Come sta passando la quarantena? Ha dato qualche consiglio ai ragazzi per rimanere in forma?

“La quarantena come tutti la sto passando in casa, come tutti, si esce solo per comprare qualcosa. Dedico molto tempo ai miei figli anche se essendo piccoli mi fanno impazzire ma il tempo che si passa con i figli e in famiglia è il tempo migliore. Vedo film su Netflix, chiacchiero con mia moglie e prendo un po’ di sole. Le prime settimane di quarantena ho mandato ai ragazzi vari esercizi e schede per rimanere in forma. Dopo la decisione della federazione della sospensione dei campionati non ho più mandato niente perchè non è la stessa cosa che allenarsi sul campo visto che manca il tiro,la palla, la porta,il campo. Spero di riprendere la prossima stagione al massimo delle nostre forze e fare una vacanza un po’ più lunga. “

Cosa si aspetta dalla prossima stagione sportiva?

“Innanzitutto mi aspetto di iniziare ad agosto senza altre restrizioni e che si riesca a trovare un vaccino che ci faccia stare sicuri al 100%. Per la pallamano mi auguro un passo avanti, quest’anno siamo arrivati quarti, l’anno prossimo spero di fare qualcosa in più. Voglio provare ad arrivare nella serie che a Noci compete maggiormente l’A1. La società ha molte ambizione andiamo di pari passo con i nostri obiettivi. Il coronavirus ha cambiato molte cose.Lasciamo passare questo periodo, speriamo che finisca in fretta per poi ritrovarci intorno ad un tavolo per vedere cosa ne sarà del nostro futuro e della pallamano a Noci.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA