Stampa
In: Pallamano

 

10-06-Noci-CapuaNOCI (Bari) – Inizio col botto per la pallamano Nova Yardinia Noci. Sabato sera infatti, nella prima giornata del campionato di serie A2 girone D, i biancoverdi di mister Iaia hanno archiviato i primi tre punti stagionali ai danni del Capua, vincendo il match con il risultato di 31-12.

CRONACA - Per la prima ufficiale di campionato mister Iaia convoca la miglior rosa a disposizione condita dalla presenza degli under Piepoli e Parisi. Mister Panariello del Capua invece può contare già da subito del supporto del nuovo centrale Mirolla, anche se per la trasferta nocese sono solamente dodici i convocati sui quattordici disponibili.

Al fischio iniziale Noci scende in campo con Ventrella tra i pali, Santoro centrale, Maggiolini e Vanoli nei ruoli di terzini, Loiacono e D’Aprile ali mentre il giovane Laera pivot. L’inizio di gara, ritardato di circa mezz’ora per un guasto al pullman degli ospiti è devastante. Il Noci parte in quarta e apre le marcature con Santoro bravo a sfruttare il passaggio di D’Aprile lanciato in contropiede da Ventrella. Vanoli, Maggiolini e di nuovo l’italo-argentino portano il parziale sul 4-0. Mister Panariello capisce che i suoi sono ancora negli spogliatoi e chiama time-out. Alla ripresa il disco non cambia, le ripartenze nocesi sono veloci e micidiali e D’Aprile finalizza il 5-0. Il Capua non riesce ad affondare l’impenetrabile difesa biancoverde capeggiata dal capitano Pulito. Ventrella si supera parando un rigore e al decimo di gioco il parziale segna 7-0. Ci vogliono ben dodici minuti per il primo goal dei Campani. I ritmi si abbassano e il Noci segna altri tre goal portandosi sul 10-1 a dieci minuti dal termine del primo tempo. Ventrella sembra insuperabile e para il secondo rigore della partita a favore degli avversari. Gli ultimi dieci minuti il Noci riprende la sua cavalcata alla vittoria e con i goal di Laera, Corcione, Vanoli e Maggiolini si porta sul 17-1, risultato che chiude i primi trenta minuti di gioco.

10-06-Under-12Durante la pausa spazio all’under 12 allenata da mister D’Elia che, a campo ridotto, ha dimostrato al pubblico presente i progressi della propria squadra (in foto).

Alla ripresa Iaia non cambia uomini. Maggiolini inventa il 18-1 nocese. Il Capua tenta di rientrare in partita ma la difesa nocese è attenta a non farsi sorprendere. Lupo prende il posto di Ventrella tra i pali, De Finis si alterna con D’Aprile nel ruolo di ala sinistra. Ritella fa rifiatare Santoro. I ritmi di gioco calano con il Noci che controlla agevolmente il risultato. Iaia manda in campo anche i due under Piepoli e Parisi che non si fanno trovare impreparati. Al ventesimo il parziale segna 27-9 a favore del Noci. I tifosi ( tra cui buona parte degli esponenti politici locali e i senatori Liuzzi e D’Onghia, improvvisamente appassionati di pallamano), giunti in massa a riempire le gradinate del pala Intini, si esaltano con le giocate dei biancoverdi. Gli ultimi dieci minuti confermano l’andazzo dell’intera partita con il Noci bravo ad attaccare e a difendere. Al fischio finale Noci batte Capua con il risultato di 31-12.

L’ANALISI - Se consideriamo che a separare il Capua dall’A1 lo scorso campionato è servita la differenza reti (che ha premiato il Benevento con la promozione nella massima serie), la vittoria di sabato della Nova Yardinia può considerarsi un vero e proprio colpaccio. Innanzi tutto per il morale della squadra, che davanti al suo pubblico ha aperto la stagione nel migliore dei modi. E poi anche per dare subito un segnale forte all’intero campionato: il Noci c’è e vuole dimostrare a tutti il proprio valore. L’esperienza dei vari Pulito, Maggiolini, Vanoli e Santoro mista alla freschezza dei giovani si è rivelata un mix micidiale: mister Iaia ha schierato in campo una squadra veloce, agile, forte in difese grazie alla fisicità dei vari atleti. Ventrella e Lupo poi, ci hanno messo il loro per bloccare definitivamente gli attacchi avversari e l’insieme del tutto ha permesso l’uscita di una partita dominata in lungo e in largo dai biancoverdi. Dunque un bell’otto in pagella all’intero gruppo.

Adesso però è importante rimanere con i piedi per terra: già sabato ritorna il campionato con l’insidiosa trasferta in casa del Cingoli. Chi ben comincia è a metà dell’opera dice un antico proverbio e quindi l’obiettivo è solo uno: i tre punti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA