Stampa
In: Pallavolo

02 21 real volley vs ruvoNOCI (Bari) - Nessun set lasciato sul campo questa volta per la Deco Domus Noci, che, all'avversario di domenica 18 febbraio, il Tecno Switch Ruvo, aveva concesso all'andata uno dei 3 set persi sin qui in campionato.
Mister Perrone e co., davanti al pubblico di casa, hanno gestito in tranquillità come sono abituate a fare, lasciando spazio anche a diversi cambi dalla panchina: una partita non esaltante, ma di giustezza per loro, che le porta a siglare la 16a vittoria di fila in campionato su 16 partite e a confermare il primo posto nel girone B, a +6 dalla seconda. (foto di Sara Tinelli)

PRIMO SET: Il primo set parte in maniera equilibrata tra le due compagini, con un bel 2° tocco della palleggiatrice ruvese, Berardi, degno di nota per il 6-9 temporaneo della sua squadra.
Il Noci, però, prende subito il largo fino al 12-6 che costringe mister Incerti a chiamare il tie break.
Le ruvesi peccano molto in difesa in questo avvio di match e in questo momento con il vento a favore, mister Perrone cambia al centro, sostituendo capitan Genovesi con Di Tommaso, poi raggiunta in campo anche da Pignataro e la seconda palleggiatrice Giannini.
Sul turno in battuta di Tritto, la biancoverde mette a segno un ace per il 18-9 temporaneo, che evidenzia le gravi mancanze in difesa del Ruvo, come su questa palla lasciata cadere inerme a centro campo, seppur con una leggera complicità della rete.
Piarulli, centrale ruvese, è l'unica a regalare soddisfazioni per le sue in questo 1° set, come per il muro sul 12-20; spazio anche alla giovanissima libero Sabatelli per Sibilia nel Noci, ma le padrone di casa non concedono ancora molto alle avversarie, con Tritto che con una palletta mette a terra il 25-14 di chiusura 1° set.

SECONDO SET: Mister Perrone riconferma Di Tommaso al centro nel 2° set, a premio della buona prestazione sin qui della centrale del Noci.
Le padreone di casa e in special modo Tritto continuano a "battere sul dente che duole" del Ruvo e cioè la difesa e la laterale nocese insiste su Lionetti, non in gran forma per questo match, riuscendo a trovare diversi punti in lungo linea. 
Il Noci continua a gestire in tranquillità ed è sempre Piarulli a tirare su le sue con qualche bel colpo, ma a un certo punto arriva anche il calo "fisiologico" per la capolista: proprio Piarulli sorprende Bruno con un suo attacco centrale e poi un ace avversario le porta sul 9-15.
Corallo difende fuori su un diagonale avversario e poi è ancora ace Ruvo per l'11-16, che dà la parvenza di una ripresa da parte delle ospiti.
Parvenza, appunto, perché le nocesi fanno presto a riprendere in mano le redini del gioco e Corallo, d'astuzia, trova lo spazio vuoto al centro per il 19-12, dopo un efficace turno in battuta di Bruno.
Giostra di cambi su entrambi i fronti, con il Noci che riaccoglie in campo Sabatelli e Andresini e proprio quest'ultima, in battuta, regala due ace e una serie di servizi vincenti, fino al 24-12 del 1° set point, ma ne basta solo uno a Corallo del Noci per chiudere i conti e portare a casa il 2° set sul 25-12.

TERZO SET: Il 3° set è il più combattuto della partita: si fanno vedere anche altre avversarie come Haliti, pregevole il suo diagonale per il 5-6 del Ruvo o ancora Bernardi a muro, per il 7-8 avversario.
Corallo fa un gran lavoro in difesa in questo frangente, rendendo lunghi e combattuti i vari scambi e la convinzione sua e delle compagne le porta a ritrovare presto il comando assoluto del set, fino al 20-13: mister Perrone a questo punto dà spazio nuovamente a Pignataro per l'opposta Bruno e sul finale anche a Giannini e Sabatelli, quest'ultima autrice di una gran difesa a fondo campo.
Le avversarie riescono comunque a farsi sotto, anche grazie a due primi tempi di Piarulli fino al 19-24, ma un'alzata accompagnata di Haliti consegna il set e la partita al Noci, per il 25-19 finale.

Dopo due match casalinghi di fila, domenica 25 febbraio le biancoverdi torneranno in trasferta, ospiti della Jet Log Bitonto, abbastanza lontana in classifica con il suo 10° posto e i suoi 14 punti contro i 48 del Noci, ma definita ostica come squadra da mister Perrone, consapevole che le sue ragazze non possano perdere terreno sul Copertino che insegue a -6 in classifica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA