Stampa
In: Pallavolo

06 18 la grotte volley noci si presenta

NOCI - Brutte notizie per la Grotte Volley Noci che deve rimandare l’esordio il suo esordio nel campionato di Serie B1 Nazionale di pallavolo femminile.

 

 

In data di ieri 22 ottobre la Federazione Italiana Pallavolo sulla base dell’ultimo DPCM del 18 ottobre e in considerazione delle varie ordinanze regionali ha deciso di rinviare la partenza della Serie B.
Sono state rinviate le prime due giornate a data da destinarsi e quindi la neonata formazione dei presidenti Tanese e Mastropasqua giocherà se non ci saranno altre sorprese nel week-end del 21 e 22 novembre contro la Seap-Dalli Cardillo di Agrigento alle 17:30 al “PalaGrotte” di Castellana Grotte.
Di seguito le dichiarazioni di disaccordo dei due presidenti:Anna Tanese che spiega: “Fermi per tutelare la salute del paese! Lo accettiamo, certo che lo accettiamo. Scuole, ospedali, e interi comparti produttivi in tilt. Ma sei mesi di tempo per giocare d’anticipo, oggi, non può non determinare delle responsabilità. Quanto durerà questa volta il ballo delle incertezze? Quanto? Ci sembra di essere ritornati a febbraio, la situazione è surreale, irrispettosa e grottesca”. Dello stesso parere anche il presidente Giuseppe Mastropasqua che commenta così la decisione della FIPAV: "Questo rinvio è stato come un fulmine a ciel sereno, non ce lo aspettavamo. Non sono pessimista ma vedendo la situazione generale legata al Covid, questo rinvio ci fa pensare molto su quello che può essere il proseguimento del campionato o meglio ancora proprio l'inizio. Se l'ultimo Dpcm autorizzava l'inizio del campionato, questa scelta della Federazione mi sembra un anticipo di quello che potrà succedere. Mi auguro il meglio e che le cose si sistemino il prima possibile perché noi associazioni stiamo facendo degli sforzi economici incredibili e questi rinvii non fanno altro che allungare le agonie delle associazioni sportive. Spero che gli organi federali prendano subito una decisione e una linea da seguire perché se qualche società quest'anno è riuscita a sopravvivere l'anno prossimo sarà senza dubbio la fine".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA