Stampa
In: Pallavolo

 

vito angiulli-team volley nociNOCI (Bari) - Dal 29 luglio la ditta Lippolis Francesco e C. di Noci ha in consegna il progetto di riqualificazione e ristrutturazione del palazzetto di Via Alberobello, pianificato dalla vecchia amministrazione comunale grazie al finanziamento del bando regionale per "opere di urbanizzazione primarie e secondarie nelle zone 167". I lavori sono già in corso e dovrebbero terminare per fine anno, ma la stagione sportiva non aspetta nessuno e a fare le spese di questa temporanea indisponibilità della struttura è maggiormente la Team Volley Noci, unica società di pallavolo del paese e la sola a non poter usufruire dell'altro palazzetto, adiacente lo stadio comunale. (in foto Vito Angiulli, presidente Team Volley Noci)

I lavori, secondo le dichiarazioni del neo assessore allo sport Paolo Negro, apporteranno una miglioria agli impianti idrico, sanitario ed elettrico, volti al risparmio energetico con l'intregrazione di pannelli fotovoltaici e alla messa in regola della struttura stessa: il taraflex sarà inoltre sostituito dal parquet, la gradinata sarà sostituita da una più idonea e sarà realizzata la controsoffittatura. Tutto al costo di 293.076,10 euro più IVA, a fronte dei 400.000 ottenuti dalla passata amministrazione grazie al bando regionale citato sopra. La temporanea inagibilità del vecchio palazzetto nocese mette i bastoni tra le ruote a diverse società del paese, costringendo le stesse a rinunciare alle attività pianificate nella struttura in corso di riqualificazione: volendo riparare presso l'altro palazzetto, la situazione del pala Angelo Intini non risulta certamente idillica per quanto riguarda il calendario di partite ed allenamenti, visto l'elevato numero di squadre che usufriscono della struttura. Insomma questa ristrutturazione arriva in un periodo complicato per il panorama sportivo nocese, ma la società più a rischio di tutte è la Team Volley Noci del presidente Vito Angiulli, che dovrà necessariamente trovare una palestra d'appoggio e sperare di poter contare sulle strutture limitrofe per le partite di campionato, dal momento che il Pala Intini Angelo non possiede le credenziali necessarie per la pratica pallavolistica.

"Abbiamo già fatto richiesta al comune per una palestra dove poter allenare le nostre squadre giovanili e la senior che potrebbe anche disputare il campionato di serie D: siamo l'unica società che non sa ancora dove potrà allenarsi, perchè per giocare dovremo necessariamente chiedere la disponibilità alle strutture dei paesi limitrofi". La società del presidente Angiulli avrebbe potuto chiedere al comune la messa in regola del Pala Intini per la pallavolo e di conseguenza allenarsi e giocare presso il palazzetto nuovo, ma ha preferito non gravare su ente comunale e struttura, limitandosi alla richiesta di una palestra d'appoggio.

palazzetto-via-fiore"Di regola la nostra preparazione dovrebbe cominciare dopo le festività di S. Rocco, come di consueto, ma attendiamo ancora dal Comune la risposta per la palestra. Siamo comunque fiduciosi, crediamo che l'amministrazione non voglia certamente mettere a rischio la nostra stagione e che quindi ci darà la possibilità di usufruire di una palestra". Ottenuta la palestra, la società dovrà richiedere ed ottenere la possibilità di giocare nelle strutture idonee dei paesi limitrofi, insomma c'è ancora da lavorare per poter cominciare con tranquillità la stagione, con l'augurio che a inizio 2014 un nuovo ed efficiente palazzetto di via Alberobello sia pronto ad accogliere le sue squadre/figlie.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA