Stampa
In: Territorio

07 18luoghidelcuoreNOCI (Bari) - In vista dell’ottavo censimento anche alcuni luoghi nocesi sono in lizza per “i Luoghi dei cuore”, il concorso promosso dal Fai – Fondo Ambiente Italiano ed Intesa Sanpaolo SpA. Il censimento nazionale, partito ufficialmente a fine giugno e previsto in chiusura per il prossimo 30 novembre, si rivolge a tutti i cittadini d’Europa che, attraverso le loro segnalazioni (sul sito www.iluoghidelcuore.it o in forma cartacea su apposita modulistica), possono “accendere i riflettori” su siti storici, artistici, architettonici e naturalistici del Bel Paese, da valorizzare e recuperare e per i quali è previsto un contributo fino a 50.000 euro per il primo classificato.

Come ogni anno, da ormai otto edizioni, anche per i nocesi e non giunge l’opportunità di segnalare alcuni luoghi e come per tradizione anche noi arriviamo a contarli e ad indicarli nuovamente, al fine di spingere sempre più lettori a votare o a segnarne di nuovi. Ad oggi, come è possibile notare navigando sul sito de i luoghi del cuore, 10 sono in tutti i luoghi nocesi “che si vorrebbero salvare”: fra questi l’Abbazia della Madonna della Scala, il centro storico di Noci, la Chiesa S. Maria di Barsento, la Chiesa Matrice dedicata a Ss. Maria della natività, Masseria Le Monache, Masseria Murgia Albanese, Oasi naturalistica del Barsento, Santuario Madonna della Croce, Masseria Sarmenzano e il Parco Giochi.

Attualmente risulta costituito anche un comitato promotore a cura dell’associazione culturale Young volto a sensibilizzare la cittadinanza al fine della votazione e della salvaguardia del centro storico. Un censimento ed un concorso ancora una volta sentito a Noci che potrà vedere, a marzo 2017, il riconoscimento in termini di interventi economici solo ad enti ed associazioni (vedi regolamento). Intanto, fino a novembre, sarà possibile votare o candidare luoghi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA