Stampa
In: Tutela e rispetto

02 12 carnevaleL'ecologia del Giovedì - di Daniela Fusillo

Febbraio è il mese del Carnevale: una festa molto apprezzata dai bambini e da chi adora le maschere, ma poco celebrata a Noci forse perché troppo vicino al Carnevale di Putignano.

Da un punto di vista ecologico, Carnevale è la festa dello “spreco”. Troppi accessori in plastica, troppa carta sprecata, troppi gadget, troppo consumo e troppo consumismo. Fa eccezione l’arte della cartapesta per la realizzazione dei carri allegorici poiché la cartapesta nasce come materiale di riciclo e i carri sono grandi macchine mosse solo a pedali o a motori elettrici. E’ cosa bella e utile festeggiare il Carnevale riservando una maggiore attenzione all’ambiente.

Basta davvero molto poco: in merito all’uso di coriandoli e stelle filanti bisogna accuratamente evitare la plastica mentre vanno benissimo quelli realizzati con carta riciclata. Una nuova tendenza green è quella di realizzare coriandoli ritagliando le foglie secche. Meglio evitare i palloncini, soprattutto quelli ad elio, perché poi vengono rilasciati e spiccano in volo finendo nei boschi o nei corsi d’acqua.

In merito ai costumi, magari il Carnevale potrebbe essere l’occasione per riutilizzare vecchi indumenti per creare degli originali e personalissimi costumi: basta solo un po’ di fantasia, un pochino di manualità e tanta pazienza! Ovviamente la scelta del riciclo non è solo una soluzione ecologica ma rappresenta anche una scelta economica e virtuosa.

Applicando lo stesso principio, si possono sostituire i prodotti chimici per truccare il viso con coloranti naturali. Bisogna soprattutto ricordare che i coloranti chimici vengono assorbiti facilmente dalla pelle dei bambini e possono risultare dannosi per la salute e per l’ambiente.

Infine, consiglio di festeggiare il Carnevale all’insegna della sostenibilità mediante la messa in opera di buone pratiche. Un esempio virtuoso verrà realizzato martedì 25 febbraio prossimo durante la Festa di carnevale che si terrà al Museo dei Ragazzi a Noci. I volontari di Noci della fondazione Ricerca Fibrosi Cistica – delegazione di Alberobello i collaborazione con MurgiAmbiente stanno organizzando un veglioncino di beneficienza durante il quale sarà utilizzato esclusivamente materiale ecologico.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA