Stampa
In: Notizie da Noci

07 16 Rosina Mascotte NociNOCI – Rosina, la dolcissima cagnolina di razza Pointer che era diventata una vera e propria mascotte per i nocesi, ci ha lasciati alcuni giorni fa, senza sofferenza e nella stessa silenziosa discrezione che ha contraddistinto tutta la sua vita. Sui social, i nocesi hanno onorato la memoria di Rosina, manifestando il loro affetto con una valanga di post contenenti foto e video in compagnia della loro tenera beniamina.

07 16 Rosina AddioRosina, (chiamata da molti anche Rosy o Sisina) aveva alle spalle una dolorosa e disumana storia di abbandono e maltrattamenti. Malgrado tutto, lei non aveva perso fiducia nell’essere umano e nel buono che può esserci in lui. E questa stoica fiducia, era stata in qualche modo ricompensata. Grazie a Vincenzo, il fioraio che l’aveva trovata sofferente e legata a un palo mentre era in attesa dei suoi cuccioli, Rosina aveva infatti ottenuto il suo riscatto, vivendo il resto dei suoi giorni circondata dall’amore e dalle attenzioni non solo del suo “papà adottivo” ma anche dei residenti del quartiere e di chi era disposto a fare ogni giorno un bel po’ di strada pur di passare dei momenti “coccolosi” in sua compagnia.
Rosina girava per le strade di Noci in cerca solo di qualche biscotto goloso da sgranocchiare e di quelle coccole che tanto a lungo le erano mancate, e che di conseguenza, per lei non erano mai abbastanza. Raramente la si sentiva abbaiare: Rosina era la tranquillità e la dolcezza in persona. A parlare per lei erano i suoi occhioni, che socchiudeva come se fosse in estasi quando la si inondava di carezze. Abbiamo incontrato Vincenzo Montanaro, nei cui occhi si può leggere tutta la tristezza dovuta alla mancanza della “figlioletta a quattro zampe”.

07 16 Addio Rosina“La sua mancanza si sente eccome! In tanti mi stanno inviando i loro post sui social con le sue foto”- ci confessa il fioraio - “Rosina aveva la capacità di farsi voler bene da tutti e sono felice che sia stata sommersa da tanto affetto. Così come mi consola il fatto che sia andata via senza sofferenza e senza un lamento. Non avrebbe meritato di soffrire, e la vita ha voluto farle quest’ultimo regalo. Mi compiaccio del fatto che anche voi di Noci24 vogliate ricordarla”. Riposa in pace, Rosina, la tua dolcezza e il tuo coraggio sono stati e rimarranno un esempio anche per noi umani. Ci piace immaginarti correre libera e felice per immense distese verdi, con una valanga dei tuoi biscottini preferiti e le mitiche orecchiette pugliesi di cui eri ghiotta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA