Stampa
In: Cinema

05 18 festival di cannes 2015 2NOCI (Bari) - La ballerina nocese Adriana Recchia ci manda una cartolina dal 68esimo Festival di Cannes, che la vede ospite dello Short Corner (angolo dei cortometraggi) con il fuori-concorso "Frankie" del regista italiano Francesco Mazza, definito un giovane Woody Allen dalla rivista Ciak magazine. Adriana, che è tra i partecipanti del cortometraggio, ha vissuto la prima settimana del Festival come madrina di "Frankie", un'emozione da red carpet ed una possibilità di conoscenze ed incontri davvero entusiasmante ed importante per la sua carriera. Dalla premiere del film fuori concorso di Woody Allen, passando per il cortometraggio sulla compianta Amy Winehouse, la nocese ha visto da vicino il mondo patinato del cinema, conversando e conoscendo importanti produttori e raccogliendo anche positivi riscontri. Tutto prima di volare a New York, sua città adottiva da più di due anni, dove la aspettano i suoi progetti, tra cui lo spettacolo Off-Broadway, "Queen of the Night".

 

05 18 adriana recchia cannes 2015"E' davvero un bel traguardo per me essere quì" ci confessa al telefono Adriana, direttamente dalla città francese che ospita l'importante festival internazionale di cinema, con i nostri registi Garrone, Moretti e Sorrentino (premio oscar con "La grande bellezza", ndr.) in concorso, da protagonisti, per la palma d'oro. Nella prima settimana dell'evento, che, cominciato il 13 maggio, andrà avanti fino al 24, la nocese ha vissuto le premiere (prime proiezioni, ndr.) di "Irrational Man" di Woody Allen, con il regista e l'attrice Emma Stone presenti alla proiezione e del documentario "Amy" di Asif Kapadia sulla cantante Amy Winehouse, prematuramente scomparsa all'età di 27 anni. "Woody Allen partecipa raramente a cerimonie ed eventi ufficiali, ma per questa premiere c'era ed era a due passi da noi, poi per il regista del cortometraggio "Frankie" a cui ho preso parte, Francesco Mazza, era una gioia doppia visto l'articolo di Ciak Magazine che lo paragona proprio a questo maestro del cinema. Per me personalmente è stata un'emozione indescrivibile: inoltre, grazie ai contatti stretti in questi giorni ho potuto vivere altre premiere, mentre mi sono casualmente trovata alla cena d'apertura del festival, dove c'erano Juliane Moore, Natalie Portman (presente come regista di "A tale of Love and Darkness", ndr.) e tanti produttori famosi".

05 18 festival di cannes 2015 1Da quì, Adriana ha potuto creare una rete di contatti lavorativi con persone interessate ad averla nei suoi progetti, come il "Mob show" per cui sosterrà un provino una volta a New York. Nella grande mela, infatti, la nocese riprenderà a breve i suoi progetti danzistici ed artistici, ai quali si potrebbe aggiungere la partecipazione ad uno spettacolo Off-Broadway, "Queen of the night" per cui sosterrà l'ultimo provino nelle prossime settimane. Un periodo pieno di impegni, insomma, per la ballerina che ha certamente goduto a pieno di questa breve ed intensa parentesi a Cannes.

© RIPRODUZIONE RISERVATA