Stampa
In: Educazione

06 18cadsocialenociNOCI (Bari) - Sarà guidata dall’avv. Angela Lobianco, coadiuvata dalla dott.ssa Floriana Liuzzi e l’avv. Annalia Novembre, la neonata sezione CAD Sociale di Noci (Centro di Ascolto del Disagio). La notizia è stata lanciata pubblicamente lo scorso 16 giugno dalle referenti locali dell’associazione, che solo temporaneamente vedrà il punto d’appoggio operativo della sede legale dell’avv. Lobianco, sita in via Isonzo a Noci.

Introdotte dal presidente della sezione barese Domenica Mirandi, e onorati della presenza del presidenze nazionale Gerardo Rosa Salsano, le donne hanno presentato il progetto del nuovo centro nato con l’obiettivo di tutelare, assistere e difendere tutti coloro che sono calpestati nei loro primari diritti civili di uguaglianza. Il centro d’ascolto si pone infatti l’obiettivo di diventare punto di riferimento di un movimento di volontariato conosciuto da tempo anche a livello internazionale.

In una società priva di un vero e proprio “stato sociale” la nuova filosofia d’azione sarà quella del Mutuo-Auto ponendo al centro le al fine di agevolare la ripresa sociale. Tre sono attualmente i macro progetti che il CAD nazionale cerca di portare avanti: l’housing sociale, il microcredito e il turismo religioso. Da quest’ultimo infatti l’avv. Lobianco dichiara di voler partire, creando itinerari legati alla religione e alle importanti tappe nocesi, prime fra tutti l’Abbazia della Madonna della Scala. ndo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA