Stampa
In: Educazione

davNOCI – La cooperativa SoleLuna sarà alla guida del Centro Aperto Polivalente del comune di Noci per i prossimi due anni, assicurando continuità e progettualità.

Lo scorso 30 luglio, presso il centro polivalente sito in via Romanazzi, alla presenza di genitori e ragazzi, il presidente della cooperativa SoleLuna, Giovanni Barnaba e l’assessora Marta Jerovante hanno presentato e commentato l’offerta formativa prevista per il prossimo biennio, 2020-2022.

Tante le novità pensate per i giovanissimi utenti, con un’età compresa tra i 6 e i 17 anni. Per primo i laboratori, che toccheranno vari ambiti di conoscenza: da quelli manipolativi-creativi, ai laboratori di scienza ed educazione alimentare, sino a laboratori sul giornalismo, sull’uso del denaro e di tipo sportivo-musicale. A queste attività che mirano ad ampliare il bagaglio culturale di ogni singolo ragazzo, si associa l’attività di supporto scolastico, ma anche di svago estivo in piscina, al mare o anche in masserie didattiche. Tutte le iniziative sono gratuite per le famiglie.

davUna seconda novità è invece rappresentata dall’inserimento nel team di esperti a sostegno dei fruitori: l’assistente sociale e la psicoterapeuta. All’importante lavoro che con impegno, dedizione e amore effettuano giornalmente le educatrici Giovanna, Anna e Antonella in continua formazione, quindi, si è pensato di creare un gruppo lavoro più completo a supporto dell’intera famiglia che aderisce a tale progetto. L’assessora comunale Jerovante si è detta particolarmente soddisfatta e grata per l’impegno capillare che la cooperativa offre al territorio nocese. L’ assessora ha, anche, sottolineato l’importanza del CAP territoriale, identificandolo, similmente al lavoro scolastico, come presidio di cittadinanza, legalità, di democrazia e come collettore tra le varie associazioni presenti sul territorio nocese.

L’invito, quindi, rivolto ai genitori di bambini e ragazzi di età tra i 6 e i 17 anni di cogliere questa grande opportunità di crescita e formazione, abolendo i pregiudizi ed entrando a far parte di quella che è ormai una comunità ed una grande famiglia in cui governa l’amore. Al termine della presentazione, i ragazzi che già usufruiscono del servizio, hanno voluto render noto alle famiglie e agli ospiti presenti, il clima di fratellanza e di reale bellezza che si respira in quel luogo, tra balli, canti e poesia.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA