Stampa
In: Libri

03 13 mastrolonardo 1NOCI (Bari) - Si è tenuta domenica 11 marzo, presso la libreria Mondadori Point, la presentazione del libro “La Scommessa”, edito Tea. Il penultimo appuntamento della rassegna “Incontri in libreria” ha visto protagonista, quindi, lo scrittore barese Raffaello Mastronardo, celebre per il suo romanzo “Lettera a Léontine”.

La vicenda centrale della trama di “La Promessa” è la storia di due personaggi fatti per non amarsi mai: Maestrale, cinico architetto pugliese, e Miriam, proveniente dal brumoso Veneto. La storia è imperniata sulla ristrutturazione di un’ antica masseria, che permette ai due di scoprire la convergenza delle proprie visioni: da un lato Maestrale, atto a fare della ristrutturazione della Masseria il proprio capolavoro, e dall’ altro Miriam, innamorata della luce della Puglia. Nasce così una storia d’amore imprevista che scioglie il cuore di ghiaccio dell’ architetto, volgendosi attorno alla masseria che sarà poi denominata “La Ginestra”. Il fiore, unico rimasto tra le macerie antecedenti alla ristrutturazione, è simbolo dell’amore, che fiorisce nei luoghi più impensabili e che si eradica così in profondità da resistere a qualunque tentativo di estirparla.

La storia d’amore centrale è, però, una trappola. Come è tipico del ragno, l’apparente facilità del romanzo cela una rete di collegamenti in cui viene rapito il lettore, trasportato da una maglia intricatissima di significati. Fondamentali sono, ad esempio, la poesia di Hrand Nazariantz, scrittore Armeno accolto a Bari dopo essere stato condannato a morte in Turchia, e la riscoperta del territorio. Secondo Mastrolonardo, infatti, noi tutti siamo fortunatissimi ad essere nati nella bellezza del nostro territorio regionale, di cui spesso non conosciamo né il passato né il valore altissimo del patrimonio artistico-culturale.

Non sono mancate, alla fine dell’ incontro, anticipazioni sui lavori di Raffaello Mastrolonardo, il quale ha svelato che quella svoltasi domenica scorsa sarà l’ultima presentazione de “La Scommessa”. Dopo l’estate, infatti, uscirà il suo nuovo romanzo d’amore per la Puglia, che riprenderà e amplificherà i discorsi sulla bellezza del nostro territorio, dando valore a un passato che ci è stato negato per quello che lo stesso Mastrolonardo ha definito un “genocidio culturale del quale siamo ancora complici”.

03 13 mastrolonardo 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA