Stampa
In: dalla Regione Puglia
La consigliera regionale su Covid-19, Amministrazione di Sostegno, SMA e Fondazioni culturali

Parchitelli“A causa della pandemia in corso non è un momento facile, ma i pugliesi devono sapere che ogni giorno siamo tutti impegnati a risolvere le tante questioni aperte” così la consigliera Pd Lucia Parchitelli al termine dei lavori del Consiglio regionale dello scorso 23 marzo. 

Tiene banco, ovviamente, la questione Covid: “L’assessore Lopalco si sta facendo carico di un lavoro enorme che in termini di campagna vaccinale inizia a dare i suoi frutti. E’ chiaro che tutto passa dalla disponibilità dei vaccini, ma anche dall’attenzione che ognuno di noi deve continuare ad avere per allontanare il pericolo Covid-19”.

Importanti novità giungono dai lavori della III Commissione: “Negli ultimi giorni in Commissione Sanità abbiamo affrontato due problematiche davvero importanti. Abbiamo approvato una Proposta di Legge a firma del consigliere Pendinelli, mia e dei colleghi Lanotte, Stellato, Vizzino e Longo riguardante gli “Interventi a favore di soggetti fragili per l’accesso all’istituto di Amministrazione di Sostegno”. L’approvazione della proposta e il conseguente intervento economico della Regione Puglia sono un contributo verso chi opera con professionalità e impegno ma anche un passo in avanti verso la tutela dei diritti della persona. E poi, dopo il via libera in III Commissione, nei prossimi giorni approveremo in Consiglio una Legge per lo screening obbligatorio al fine di garantire la diagnosi precoce della SMA in età neonatale, così da avviare terapie farmacologiche che hanno maggiore efficacia in base alla precocità dell’avvio del trattamento”.

Infine, sulle tematiche culturali: “Da qualche giorno faccio parte del tavolo tecnico sulle “Fondazioni ed Enti culturali” cofinanziati dalla Regione Puglia; stiamo verificando le buone pratiche che vedono coinvolte le Fondazioni, ma vogliamo anche conoscere le eventuali criticità che possono ostacolare il lavoro di questi importanti Enti. Per quanto riguarda la futura programmazione delle attività culturali e dello spettacolo nella nostra Regione, l’obiettivo strategico che il settore cultura si è posto è trasformare l’industria creativa con un piano strategico funzionale all’uso delle risorse a disposizione, favorendo in particolare l’imprenditoria giovanile grazie alle nostre peculiarità rappresentate da paesaggio e natura, stile di vita, sport, attività all’aria aperta, enogastronomia e patrimonio culturale. La Puglia è in cammino, dobbiamo però prima tutelare il sistema per progettare una Puglia sempre più internazionale”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA