Stampa
In: Partiti politici

logo direzioneitaliaCOMUNICATO - Il Coordinamento cittadino di Direzione Italia Noci, per tramite del consigliere comunale Giandomenico Miccolis, ha fatto recapitare per posta certificata al Sindaco Nisi ed al protocollo generale del Comune la seguente nota sulle condizioni dell'ex presidio ospedaliero di Noci dopo il tragico caso di cronaca della scorsa settimana (LEGGI QUI).


Al sig. Sindaco
di Noci

Rabbia e sgomento caratterizzano da giorni la reazione della cittadinanza alla drammatica sequenza che in Piazza Garibaldi ha portato al decesso della nostra concittadina Maria Grazia Gentile, di anni 68, casalinga, colpita da infarto cardiaco. Gli acclarati ritardi dei soccorsi della sanità pubblica hanno inciso notevolmente nell’infausto esito della vicenda che ha gettato nel lutto la famiglia e hanno lasciato la comunità con mille interrogativi, dubbi, rimorsi. Di certo, la tempestività delle prime cure avrebbero potuto sortire una diversa conclusione della vicenda.
Nel nostro comprensorio si segnalano ripetuti episodi di inefficienze del servizio di segnalazione ed intervento delle emergenze sanitarie con ritardi nella risposta da parte del Servizio 118. Non si può ignorare il diffuso disagio che ciò genera nella popolazione; non si può accettare che tutto ciò rientri in una prassi dovuta all’emergenza pandemica da Covid-19.
L’ex presidio ospedaliero di Noci è base di permanenza dell’autoambulanza utile ad intervenire nelle urgenze sanitarie ? Se, come risulta, non lo è, perché si è privato un vasto territorio di un importante mezzo di soccorso? Con l’emergenza Covid, inoltre, perché si è smembrato l’ospedale di Putignano, presidio di riferimento più vicino alla nostra cittadina?
Sono domande che meritano risposte immediate e concrete.
Non saranno sufficienti i nostri sinceri sentimenti di vicinanza alla famiglia della defunta. Diviene necessario pertanto elevare la vibrante protesta presso le autorità regionali che sovrintendono alla tutela della salute: Asl, Dipartimento, Assessorato Regionale . Dobbiamo perciò augurarci che quanto è accaduto non si ripeta più. Questa comunità, nelle sue articolazioni urbane e rurali, non può essere sguarnita di mezzi di soccorso e qualificate risorse umane mediche e infermieristiche.
In qualità di primo cittadino, La invitiamo ad intraprendere ogni utile azione finalizzata all’ottenimento della piena soddisfazione di quanto è opportuno che venga riconosciuto alla nostra città. Non è intento degli scriventi cavalcare il malessere sociale. Piuttosto consideri questa nostra nota come un atto di collaborazione affinché i passi che Lei intende fare siano confortati dall’attenzione solerte dei nocesi.

Il Coordinamento ed i soci, i consiglieri comunali, 
di Direzione Italia Noci - La Puglia Domani

© RIPRODUZIONE RISERVATA