Stampa
In: SALUTE

12 31 AggiornamentoCovidSindacoNOCI – Non accenna purtroppo ad arrestarsi l’impennata dei contagi che sta contrassegnando queste festività. In una diretta trasmessa alle 19:00 sul suo profilo social, il sindaco Domenico Nisi ha fornito gli aggiornamenti della Prefettura riferiti alla data del 29 dicembre. Aggiornamenti poco incoraggianti, dal momento in cui sono ormai 151 i nocesi positivi (numero comprensivo di 20 minori) e 27 persone in isolamento fiduciario. Sembra che anche in questo caso, i numeri siano destinati nei prossimi giorni a crescere.

Il primo cittadino ha raccomandato particolare attenzione alla notte del 31 dicembre e alla giornata di Capodanno, in cui il desiderio di far festa e stare assieme a parenti o amici potrebbe indurre facilmente ad abbandonare un senso di responsabilità di cui ora più che mai, la cittadinanza dovrebbe mostrarsi capace, nonostante la comprensibilissima stanchezza fisica e psichica dovuta alla critica situazione che, in maniera altalenante, si protrae ormai da due anni.
Un grazie particolare è stato rivolto da Nisi a Vigili, Carabinieri, Farmacisti, medici di famiglia, pediatri di libera scelta e volontari tutti. Persone che da due anni, instancabilmente si spendono per il bene della comunità, affinchè si possa tutti fronteggiare al meglio una situazione che nessuno certamente vorrebbe continuasse a protrarsi.
“Sbagliare certamente è umano, le difficoltà organizzative si possono sempre correggere, ma attaccare con parole pesanti queste persone che hanno fatto e stanno facendo un lavoro immane mi sembra alquanto irrispettoso. In un momento come questo c’è bisogno di pazienza e comprensione, non certo di attacchi inutili e pesanti”- ha ricordato con autorevolezza in sindaco.
Nisi non ha fatto mistero dell’eventualità di una ulteriore crescita dei contagi nei prossimi giorni, appellandosi in modo particolare al buon senso dei più giovani: “So che voi in special modo,  avreste voglia di vivere, di consumare pienamente questo tempo di festa, ma vi prego, siate prudenti”. Nonostante il vertiginoso aumento dei contagi, la buona notizia è data dal fatto che nessuno dei nostri concittadini risultati positivi versi in condizioni di particolare criticità e non vi siano persone ospedalizzate.