Stampa
In: Altri sport

06 26 OmegnaNOCI (Bari) - Sabato 22 giugno si è svolta la quinta edizione della Oceanman Lago d’Orta tenutasi nell’omonimo lago situato in Piemonte tra la provincia di Novara e quella del Verbano-Cusio-Ossola. Un evento sviluppato su tre distanze: la più lunga è la “Oceanman” di 14 km e prevede l’attraversamento di tutto il lago partendo da Omegna (VB) con arrivo al Lido di Gozzano (NO), la “Half Oceanman” è di 4,5 km e parte dall’isola di S. Giulio con arrivo sempre a Lido Gozzano, e la “Sprint” è di 1,5 km e parte dalla spiaggia Miami con medesimo arrivo.

L’evento fa parte dell’Oceanman Championship Series, circuito nato con l’obiettivo di diventare la prima rete di eventi di nuoto in acque libere a livello internazionale. La squadra Otrè del presidente Gabriella Fusillo, allenata da Matilde Petruzzi e Ippazio Pinca, torna a nuotare nel Lago d’Orta per il settimo anno consecutivo e stabilisce una serie di record personali. La prima gara della giornata è la “Oceanman Lago d’Orta” di 14km che vede in classifica 346 atleti dei quali arriva terzo assoluto e primo di categoria il giovane fenomeno della Otrè Stefano Perta che ferma il crono a 2h59’, ottima posizione anche per il giovane Natale Laghezza che si piazza al settimo posto assoluto e terzo di categoria con il tempo di 3h10’. A seguire per la Otrè arrivano Valeria Quiete (3h49’), Antonio Putignano (3h58’), Antonio Mario, Domenico Notarnicola e Antonio Tinelli (3h59’), Matilde Petruzzi (4h21’), Angelo Parchitelli (4h41’), Livia D’Elia, Mimma Caforio e Giovanna Chiafele (5h05’), Gianvito Resta (5h06’), Onofrio Novembre e Dino Angelini (5h09’), Giovanni Silvestri e Tommaso Leggieri (5h14’). Alla “Half Oceanman” di 4,5km per la Otrè, su 304 arrivi, ci sono Giuliano Laterza che chiude in 1h 33’, Ignazio Putignano (1h35’) e Anna Mansueto (1h56’), mentre per la “Sprint”, che vede 266 atleti in classifica, rappresenta la Otrè Francesca Recchia che chiude in 1h02’. I numeri di questo evento e le presenze internazionali sono davvero importanti con oltre quaranta nazionalità presenti e numerose società rappresentate tra le quali la Otrè di Noci si piazza ottimamente al 9° posto assoluto. “Coltivo e diffondo la passione per le acque libere da tantissimi anni – dice coach Petruzzi – e constatare che sempre più atleti si affacciano a questa affascinante disciplina è motivo di orgoglio e soddisfazione.” Un altro importante tassello compone l’attività esperienziale di questo gruppo di nuotatori e di questa società che da sempre si distingue come pioniere nel nuoto di mezzo fondo, fondo e gran fondo.