Stampa
In: Calcio a 5 femminile

02 11 purobio vs angelanaNOCI (Bari) - Finalmente una bella puroBIO! L'arrivo al palaFiore, domenica 11 febbraio, della 3a forza del girone B della A2 femminile, l'Angelana, non ha intimorito le nocesi, anzi ha tirato fuori il loro meglio per portare a casa 3 punti preziosi per la zona playoff.
Migliore in campo la certezza Marika Colantuono, la 26enne di Fondi che sta dando una vera marcia in più alle ragazze di mister D'Ippolito, quest'anno, per carattere, grinta e tenacia, nonché per esperienza tecnico-tattica: la ciliegina sulla torta della partita è il suo gol che chiude perfettamente il match a favore delle nocesi.
Le umbre, invece, non impensieriscono mai particolarmente le biancoblu, a parte qualche guizzo di Colucci e Carnevali. (foto di Sara Tinelli)

PRIMO TEMPO: Mister D'Ippolito parte con il quintetto formato da Balestra tra i pali, Colantuono, Gigante, Sportelli e De Brito.
Risponde l'Angelana con Brilli tra i pali e Colucci, Carnevali, Donati e Conti in rotazione.
Il Noci si fa subito pericoloso con palo di Gigante, dopo recupero palla di Sportelli su rinvio nell'area, dell'avversaria Conti: passa poco ed è ancora Gigante a minacciare l'area avversaria, ma questa volta con una finta riesce a posizionarsi bene per il tiro, eludendo la difesa e trovando l'1-0 del match.
Il Noci continua ad avere il pallino del gioco almeno fino al 12': Colantuono chiama Brilli al disimpegno, ma è Sportelli ad andare in rete al volo, dopo un rimpallo fortunato su cross al centro di Valluzzi per lei.
D'Ippolito richiama Gigante che fa le bizze nei suoi confronti e sembrerebbe anche in quelli della compagna De Brito, mentre Balestra, intanto, ha il suo bel da fare con capitan Carnevali. In un'altra occasione, il portiere nocese e un'avversaria impattano, mantenendo la sfera in area, ma è Colantuono ad allontanare prontamente la minaccia, prima che non ci riprovi anche Colucci.
Arriva però la prima rete avversaria, con lancio lungo per Carnevali che con gran coordinazione becca la palla al momento giusto e la accompagna in porta, superando Balestra.
Il Noci risponde con una gran triangolazione De Brito-Colantuono-Gigante, ma la conclusione di quest'ultima è deviata di poco da Brilli: il primo parziale si avvia alla conclusione con i due gialli per De Brito del Noci e Catamerò dell'Angelana.

SECONDO TEMPO: Il secondo tempo trabocca di occasioni per entrambe le compagini: la prima a rompere gli schemi è Colucci per la squadra marchigiana, ma Balestra non si fa sorprendere.
Ancora Angelana con Carnevali che di prima intenzione, su cross al centro, impegna e non poco l'estremo difensore nocese, con la palla che, deviata, va a sfiorare il palo.
Colantuono attraversa il campo, dopo un recupero di palla nella sua area e, allargandosi a destra, cerca Gigante che per un pelo non arriva sul 2° palo, prima che la compagna Fatiguso, da poco entrata in campo, non trovi la sua rete personale del 3-1 con gran tiro in diagonale, piazzato e ben calibrato all'angolino basso della porta di Brilli. Da sottolineare la mancata copertura su di lei della difesa giallorossa.
Dialogano bene le ex calcettiste del Fondi, Valluzzi e Colantuono, con la prima che serve la compagna con lancio lungo, trovando il suo stop preciso e la conclusione che fa suonare la traversa marchigiana.
Gigante e Sportelli ci provano, ma senza nulla di fatto e a 4' dalla fine D'Ippolito chiede alle sue di chiudersi in difesa, per difendere il risultato.
Balestra difende la sua porta da Carnevali e Colucci, con quest'ultima che prima prende il palo e poi al secondo tentativo spara alto, ma è ancora Catamerò a far suonare il "ferro" della porta nocese, approfittando di un errore della difesa.
Mister Pierini allora opta per il 5° in movimento con Colucci, che con Conti si avvicina alla rete, ma è Colantuono a chiudere il match nei minuti finali con un pregevole gol da porta a porta che sigla il 4-1 della vittoria per il Noci.
Le biancoblu salgono così a quota 22 punti, 6 in meno del Città di Porto San Giorgio che occupa l'ultimo posto utile play off, ma con una partita in meno rispetto alle altre compagini: insomma, l'ambito obiettivo è ancora raggiungibile per le nocesi, che domenica prossima saranno ospiti del Dona Style, che le insegue a -4.

© RIPRODUZIONE RISERVATA