Stampa
In: Nuoto

08 12Curci TorelliNoci (Ba) - Inizio settembrino molto ricco di gare adrenaliniche ed entusiasmanti per l’O3TT. Vittoria per Angelo De Pasquale sabato 31 agosto a Carovigno, nella seconda edizione del campionato regionale “Acquathlon della Torre”. Il primo fine settimana si è concluso con tre gare in tutta Italia che ha visto impegnati, domenica scorsa, 8 settembre, Chiara Torelli e Francesco Curci, che hanno raggiunto Lignano Sabbiadoro per il campionato mondiale del circuito Acquaticunner, la una competizione di SwimRun, nuoto e corsa tra mare e isole.

19 transazioni tra nuoto/corsa, per un totale di 6.3 km di nuoto e 26,7 km di corsa. Con oltre 300 atleti da tutto il mondo si è partiti da Grado per raggiungere Lignano Sabbiadoro. La caratteristica è l’attraversamento in laguna passando da vari isolotti. La gara senza dubbio, la più difficile e la più dura dal punto di vista fisico e mentale che io abbia fatto fin ora – spiega Chiara - ho pensato che fossi veramente al limite, non tanto per le mie condizioni fisiche ma per le condizioni metereologiche del mare: correnti molto forti, mare e onde che hanno reso la gara già difficile di suo... una gara veramente al limite. Essendo tra gli ultimi, ero sola, non avevo nessun partecipante intorno a me, quindi è stata veramente, un’altra avventura. Tutto sommato, gara portata al termine, con l’incubo dei “cut off” (tempi-limite) nei quali i giudici possono fermarti e che ho superato abbastanza in tempo. Atleti partecipanti da tutto il mondo, da una squadra del Portogallo a canadesi. La gara è stata vinta da Daniel Hofer, che penso che si stia ritrovando Acquaticrunner da poco. Un particolare ringraziamento a Paolo Zongolo che partecipa fin dalla prima edizione a questa spettacolare gara e senza di lui non l’avrei mai fatta.

12 08CurridoriotrettNella stessa giornata nel centro Italia, precisamente a Viareggio, Gianni Curridori ha partecipato alla 4^ edizione dell’Escape Tuscany Triathlon, su distanza sprint, alternando il nuoto per 750 m, il ciclismo, previsto su un anello nel viale a mare su distanza di 20km ed infine la corsa, sempre sui viali a mare, di 5km.
Gara inaspettatamente trasformata in un duathlon a causa delle condizioni del mare avverse e quindi con un leggero di disappunto perché volevo testare la mia forma fisica anche nel nuoto, la gara è andata molto bene, perché, sto bene, mi sento in una fase di ritrovo della forma e dopo un grosso blocco di lavoro durante tutta l’estate, allenamenti e preparazione molto intensi e di cui adesso inizio a vedere i primi risultati. Sono molto contento – continua Curridori - ho corso forte, ho pedalato forte e ho ricorso forte, quindi mi sono scontrato con persone di tutto rispetto, diciamo che ero lì con loro fino al traguardo, tutti atleti che a livello nazionale danno del filo da torcere a tutti. Sono molto soddisfatto! Spero di proseguire su questa linea anche se c’è molto da fare, in vista di una stagione promettente nel 2020, di cui inizio a mettere le basi.

08 12TermoliContemporaneamente a Curridori, Torelli e Curci, il resto della compagine con Davide Quarta, Marcello Roncone, Marco Selicato, Verio Scattarelli, Angelo De Pasquale, Nico Micunco al centro-sud, in gara a Termoli, hanno preso parte alla seconda edizione del “Triathlon città di Termoli trofeo Avis”. Triathlon sprint con 190 partecipanti provenienti da ogni parte d’Italia.

Ecco le parole di Quarta a fine gara. "La gara è andata bene ma poteva andare meglio, perché, durante la frazione di nuoto, che ho fatto bene, siamo partiti molto forte, sono riuscito a stare sempre nel gruppetto di avanti e uscire con loro, soltanto che in zona cambio ho fatto un’errore con il casco, dove ho perso secondi importanti che non mi hanno fatto attaccare al primo gruppo di bici e quindi mi sono trovato a inseguire sia in bici che in corsa; da quel momento in poi, la gara è cambiata, perché se fossi stato avanti, sarei riuscito a fare una prestazione migliore, però tutto sommato è andata bene, il percorso è stato molto divertente e molto veloce".