Stampa
In: Pallamano

02-16-timeout pallamanonociNOCI (Bari) - Difficoltà finanziarie ormai insormontabili sarebbero alla base del grido l'aiuto lanciato dal presidente della Pallamano Noci, Stefano Cammisa, ed affidato ad un comunicato dai toni non beneauguranti. All'orizzonte potrebbe profilarsi anche lo spettro del fallimento e della fine dell'esperienza pallamanistica di serie A. Ecco l'appello di Cammisa.


Il comunicato della Pallamano Intini Noci

Senza esagerazioni, questa è la settimana più importante della ultratrentennale storia della Pallamano nocese. Una vera e propria chiamata alle armi, un grido disperato, che, speriamo non rimanga inascoltato in una Noci ripiegata nel suo torpore e in una crisi economica che non conosce eguali. 

La Pallamano Noci, simbolo sportivo della nostra città, da anni stabilmente ai vertici dell'Handball Nazionale e con alle spalle la sua prima apparizione nel panorama Europeo rischia un drastico ridimensionamento e per questo si appella ai suoi tifosi, ai cittadini, alle imprese del territorio e all'amministrazione comunale con una grande campagna di sottoscrizione popolare dal titolo " Tieni vivo il primo sport della nostra città!".

"Da agosto ad oggi il nostro sodalizio - afferma il presidente Cammisa - pur tra mille difficoltà, ha profuso tutto il suo impegno per continuare a rispondere alla passione ed alla storia nocese della Pallamano che conta. Pur con costi molto contenuti rispetto agli anni passati, abbiamo messo in campo una formazione interessante, con molti giovani atleti italiani e non; una squadra che, tra le mille difficoltà, non sta comunque deludendo le attese. Ci abbiamo messo tutto il nostro impegno nel completare il budget necessario a svolgere un campionato di Serie A in serenità, ma in questo devo dire che la risposta, in particolare del territorio nocese, eccetto qualche raro caso, è stata troppo lenta e limitata. Proprio la mancanza di sostegno economico da parte del territorio, - continua Cammisa -  che è stato di molto inferiore a ogni più conservativa stima, non rende economicamente possibile, oggi, pensare di affrontare il girone di ritorno della serie maggiore con questo splendido gruppo. Nei giorni scorsi si sono susseguite riunioni, in seno all'Assemblea dei soci, momenti di confronto in cui sono emerse tutte le difficoltà economiche che non ci consentono di ottemperare agli impegni presi con gli atleti, i tecnici e tutte le componenti che ogni giorno si impegnano per far sì che questo sport continui ad esistere.

Ci è parso, quindi, prima di operare il drastico ridimensionamento, (chiudere il campionato in corso con i soli ragazzi nocesi?), effettuare un tentativo mirato alla prosecuzione dell'attività agonistica con l'attuale gruppo promuovendo l'avvio di una sottoscrizione straordinaria e popolare invitando cittadini, imprese e amministrazione comunale a mantenere viva LA SERIE A DI NOCI!". Se la Pallamano chiama, Noci deve rispondere!
Il Club invia un accorato invito a tutti gli appassionati e non della Pallamano nocese che vogliono contribuire a mantenere in vita questa storia sportiva, patrimonio dell'intera nostra città, a partecipare, entro il 25 gennaio a questa campagna con un "contributo-sostenitore" da versare con bonifico bancario (IBAN: IT59J0850341580008000000220, intestato a Pallamano J. Noci, causale: "salviamo la serie A di Noci"). (conservando la ricevuta, il contributo erogato a società sportiva dilettantistica è deducibile dalla dichiarazione dei redditi).

© RIPRODUZIONE RISERVATA