Stampa
In: Fede

02 13madonnadilourdes3NOCI (Bari) - Durante le famose quindici visite, intorno al 24 - 25 di gennaio e prima che Ella potesse svelare la sua identità, la Signora invitò Bernardette a fare dei gesti di penitenza e le ordinò di scavare con le mani sul lato sinistro della grotta. La fanciulla trovò dell'acqua, la Signora le disse di bere ed ella obbedì: portò l'acqua torbida alla bocca, si lavò e poi la bevve. E così come Bernardette scavando trovò la speranza, anche i fedeli devono imparare oggi a scavare nel proprio cuore per riuscire a trovare Dio, la bontà, il perdono, la misericordia.

Diffondendo questo insegnamento, domenica 11 febbraio, Mons. Giovanni Intini (Vescovo di Tricarico straordinariamente legato alla città di Noci), ha voluto rivolgersi alla comunità accorsa per partecipare alla Messa Solenne per nostra Signora di Lourdes. Al termine, la Madonna pirenaica ha sfilato per le vie del centro accompagnata da una folla di fedeli: l'associazione nazionale Carabinieri, la Polizia Municipale di Noci, l'azione cattolica Noci, l'UNITALSI, l'associazione nazionale alpini Puglia e Basilicata di Noci, la Confraternita dell'Addolorata di Noci, la banda cittadina di Noci e Don Maurizio Caldaralo.

Fotogallery