Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -

10-30-trappola-cfsRUVO DI PUGLIA (Bari) - Numerosi mezzi vietati per la cattura della fauna e pericolosi per l'uomo sono stati sequestrati dal Corpo Forestale dello Stato - Comando Stazione di Ruvo di Puglia durante un servizio antibracconaggio. L'intervento dei Forestali è avvenuto nel comprensorio boschivo sito in località "Lama Pagliara", agro del comune di Ruvo di Puglia, all'interno del Parco Nazionale dell'Alta Murgia, dove ben occultati tra la fitta vegetazione erano artatamente sistemati 18 trappole, costituite da lacci di acciaio con lunghezza variabile tra i 2 e 4 metri e con diametro di mm 6, ed una tagliola a scatto in ferro, costruita artificialmente e lunga circa 1,5 metri e larga 60 cm., utilizzati dai bracconieri per la caccia ai cinghiali.

Tutti strumenti che la normativa sull'esercizio venatorio considera vietati essendo tra l'altro mezzi a cattura non selettivi e potenzialmente pericolosi per tutta la fauna. Non sono solo gli animali ad essere in pericolo, ma i lacci d'acciaio e la potente tagliola sequestrate potevano arrecare danni irreparabili anche agli altri fruitori del bosco come escursionisti e ricercatori di funghi che ignari, rischiavano di incappare nello scatto micidiale dell'arnese.

"Purtroppo - afferma il Comm. Capo Giuliano Palomba, Comandante del Coordinamento Territoriale per l'Ambiente di Altamura - i bracconieri nonostante i numerosi controlli effettuati dagli uomini del C.T.A di Altamura e dai Comandi Stazione di Ruvo, Altamura, Gravina e Andria continuano l'attività illegale, e per eludere i controlli dei Forestali, pongono in essere sistemi di caccia silenziosi, non convenzionali, con l'ausilio di mezzi vietati. Ultimamente è stata accertata anche l'utilizzo della potenti e grandi balestre. Dall'inizio dell'anno sono 14 i bracconieri denunciati alle autorità competenti e davvero numerosi sono le armi e le munizioni sequestrate. Nel frattempo giungono le prime sentenze di condanna. Il Tribunale di Bari, Sezione distaccata di Ruvo di Puglia, ha condannato a mesi due di reclusione un bracconiere che si era reso responsabile di aver ucciso a coltellate un cinghiale. Stante l'art . 544 bis del codice penale tale atto è avvenuto illegalmente e con crudeltà".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 377 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook