Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

Domenica, 25 Luglio 2021 - 12:29

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 
04 13cefeidi1NOCI (Bari) - E’ stato ufficialmente inaugurato lo scorso 11 aprile, all’interno della struttura del centro antiviolenza Andromeda di Noci sita in Via Silvio Pellico, il primo co-housing della provincia di Bari pronto ad accogliere le donne che, dopo un periodo di difficoltà e dopo aver vissuto in casa rifugio, casa famiglia o altrove, necessitano di intraprendere un percorso di reinserimento nella società, in ambito lavorativo, culturale, etc. “Cefeidi” – questo il nome del centro d’accoglienza, è stato realizzato nell’ambito del progetto regionale “Via delle Donne” sostenuto da Fondazione con il Sud e gestito da un partenariato costituito dalla coop. sociale Comunità S. Francesco in rete con l’associazione Sud Est Donne, l’Università del Salento - Centro Studi Osservatorio Donne, il Comune di Noci, le coop. sociali Impegno Solidale, TelaLab ed Eureka e leassociazioni Officine Cittadine e Casa delle Donne di Lecce e Safiya.
 
04 13cefeidi2ll cohousing di Noci rientra nel più ampio programma di interventi che il progetto “Via delle donne” ha messo in campo per prevenire e contrastare la violenza di genere, promuovendo percorsi di sensibilizzazione e contribuendo attivamente alla tutela e all’autonomia delle donne e dei loro figli attraverso azioni di inclusione socio-lavorativa e di rafforzamento della rete regionale di accoglienza abitativa collegata ai Centri Antiviolenza di Parabita per la provincia di Lecce, Martina Franca per la provincia di Taranto e Noci per la provincia di Bari. Per le donne sole o con minori, prive di validi riferimenti familiari o per le quali si reputi opportuno l’allontanamento dal nucleo familiare, e il sostegno nel percorso d’inserimento o reinserimento sociale, uno dei primi ostacoli può essere rappresentato dalla ricerca di una soluzione abitativa. Il cohousing può rappresentare, a tal fine, la risposta a un bisogno oggettivo e pratico e, al contempo, può offrire risorse significative per l’avvio di un percorso più ampio di autonomia e re-inserimento sociale.

Il gruppo appartamento “Cefeidi” di Noci è una struttura annessa al Centro Antiviolenza “Andromeda” convenzionato con l’Ambito Territoriale Sociale di Putignano e prende il nome dalle stelle giganti a intensità variabile: più diventano grandi, minore sarà la loro intensità luminosa e viceversa, più si rimpiccioliscono, più la loro luminosità aumenta, raggiungendo livelli fino a 10.000 volte superiori a quelli del sole. Una similitudine con le stesse donne dotate di abilità residue tali da non avere eguali una volta tirate fuori.

04 13cefeidi3La struttura, messa a disposizione dal Comune di Noci, ha una superficie complessiva di circa 360 mq dei quali circa 250 costituiscono il gruppo appartamento “Cefeidi”, composto da sei camere da letto con bagno in camera, un soggiorno adibito a zona relax, una cucina, due dispense e un’ampia sala da pranzo. La struttura è dotata inoltre di un ampio spazio esterno.

Percorsi innovativi di ospitalità come questo offrono alle donne occasioni di confronto con altre donne, di mutuo aiuto, di supporto nella conciliazione dei tempi vita-lavoro e nella crescita dei propri figli e delle proprie figlie in un contesto protetto, in cui poter recuperare abitudini di vita, relazionali e affettive. A ciò si aggiunge la possibilità di ammortizzare i costi relativi al percorso di autonomia abitativa, limitando l’assistenzialismo e facendo leva sulle capacità di autogestione ed empowerment delle donne.

Affinché una donna vittima di violenza, sola o con figli/e, sia accolta in uno dei percorsi di ospitalità proposti da “Via delle Donne”, quest’ultima deve essere impegnata in un percorso di fuoriuscita dalla spirale della violenza e/o seguita da un Centro Antiviolenza e/o dimessa da una casa rifugio. La rete dei servizi territoriali coinvolta nella presa in carico della donna redige e sottoscrive il patto per l’autonomia, elabora un idoneo progetto di inserimento lavorativo, programma un eventuale sostegno psicologico per i minori e un sostegno alla genitorialità per la donna e predispone incontri di gruppo funzionali alla gestione del conflitto e alla comunicazione efficace per agevolare la costruzione di rapporti paritari all’interno del co-housing.

04 13cefeidi4Antonia Cairo, presidente della coop. soc. Comunità San Francesco, capofila di progetto, ha dichiarato anche in sede di inaugurazione che “Via delle Donne nasce da una sinergia tra varie realtà del territorio, ognuna con competenze specifiche e diversificate e in grado di apportare un valore aggiunto significativo in favore delle donne vittime di violenza, dei loro figli e delle loro figlie. Si tratta di un’esperienza innovativa perché costituisce un impegno contro la violenza che va al di là della sola “denuncia sociale”, disegnando un percorso che, muovendo da una presa in carico globale della donna, la supporta e la affianca durante una serie di attività “ausiliarie”, come ad esempio, trovare un alloggio alternativo e cercare lavoro, fondamentali per il recupero o l’avvio di un processo di autonomia. L’innovatività della proposta progettuale risiede, infatti, anche nella collaborazione a 360° con le realtà locali e le aziende del territorio con cui attiveremo 14 borse lavoro rivolte a donne che hanno intrapreso un percorso di fuoriuscita dalla violenza. Il lavoro di “Via delle Donne” prevede inoltre una serie di laboratori di sensibilizzazione, formazione e informazione rivolti alla comunità tutta, tra cui i laboratori di strada con i portatori di parola che hanno finora coinvolto circa 1000 persone nelle piazze di Lecce e di Martina Franca; il wen-do per ragazze tra i 14 e i 18 anni degli Istituti Superiori che hanno aderito al progetto; i laboratori di emersione a scuola ed infine di equa-toponomastica che vedranno il coinvolgimento delle pubbliche amministrazioni per l’intestazione di una piazza o di una strada a una delle donne individuate dai ragazzi e dalle ragazze convolti/e nelle attività. Ognuna delle azioni previste dal progetto muove da una presa di coscienza globale del fenomeno della violenza sulle donne e dalla visione di una cultura della bellezza condivisa in maniera sinergica da tutti i partner di progetto”.

04 13cefeidi5All’inaugurazione erano presenti anche il sindaco di Noci Domenico Nisi, l’assessore alla socialità Marta Jerovante, le dott. Giulia e Angela Lacitignola, rispettivamente responsabili del RUP Ambito territoriale di Putignano e Presidente dell’associazione Sud Est donne.Anna Moschettini e Patrizia Zapata, rispettivamente responsabili del gruppo appartamento Iris di Parabita e cohousing di Martina Franca hanno invece raccontato ai presenti la loro esperienza. 

Commenta tramite Facebook

 

Necrologi

Necrologi - Venerdì, 28 Maggio 2021

Ultimo saluto a Pietro Cazzolla

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

Informazione pubblicitaria

La pubblicità
NOCI24.it media partner di Esseri Urbani 2021 Esseri Urbani 2021

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 956 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Alberobello - Sottraevano farmaci dalla postazione del 118: indagati due infermieri

22-07-2021

ALBEROBELLO- I Carabinieri della Stazione di Castellana Grotte hanno dato esecuzione a una misura cautelare interdittiva del divieto di esercitare l’attività...

PUTIGNANO - Torturato per una notte, riesce a fuggire e far arrestare i suoi tre…

16-07-2021

PUTIGNANO - I Carabinieri di Putignano, a conclusione di una tanto rapida quanto efficace indagine, sono riusciti a trarre in...

Monopoli - Picchia la compagna e la sorella che la difendeva. Arrestato dai carabinieri

30-06-2021

MONOPOLI - I Carabinieri della Stazione di Monopoli hanno arrestato in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del...

Incidente sulla sp 106 fra Gioia e Putignano: due morti

28-06-2021

PUTIGNANO - Ennesimo incidente mortale questa mattina dopo le nove sulla sp 106 fra Gioia e Putignano. Due persone, entrambe di...

Molfetta: 16 arresti per corruzione

08-06-2021

Aggiornamento 9 giugno 2021 -Stando a quanto si apprende da numerose fonti giornalistiche locali e regionali, tra le 10 persone...

Gioia del Colle - Arrestato con 125 gr di marijuana

21-05-2021

GIOIA DEL COLLE - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Gioia del Colle, al termine di un predisposto...

NECROLOGI

Ultimo saluto a Pietro Cazzolla

28-05-2021

NECROLOGIO - Improvvisamente ieri, 27 maggio 2021, all'età di 42 anni è tornato alla casa del Padre Pietro Cazzolla. Lo...

Come inviare un necrologio su NOCI24.it

03-02-2021

Invia i tuoi necrologi su NOCI24.it. Registrati sul sito, fai il Login ed invia i tuoi necrologi. Se desideri allegare...

LETTERE AL GIORNALE

Senatrice Liliana Segre, cittadina onoraria di Noci

22-07-2021

Il 15 luglio il Consiglio Comunale di Noci ha deliberato la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, presidente della Commissione...

Comitato per la cittadinanza onoraria nocese a Liliana Segre: punto di partenza e non di…

01-07-2021

NOCI - Pubblichiamo di seguito un comunicato da parte del Comitato per il conferimento della cittadinanza nocese alla senatrice Liliana Segre a...

Comitato per la cittadinanza onoraria nocese a Liliana Segre: alcune considerazioni

30-05-2021

NOCI - Pubblichiamo du seguito alcune importanti considerazioni ricevute da parte del Comitato per il conferimento della cittadinanza nocese alla...

25 aprile 2021

25-04-2021

NOCI - Il 25 aprile è festa. Lo sanno tutti. Soprattutto gli studenti, perché quasi sempre è un giorno di...

Liuzzi: "Anche a Noci il sogno magnogreco di Rossana Di Bello"

11-04-2021

NOCI - Piero Liuzzi ricorda Rossana Di Bello, ex sindaco di Taranto dal  2000 al 2006 e assessore regionale al...

Pensieri e parole di una giovane allevatrice

26-01-2021

LETTERA AL GIORNALE - Eppure tempo fa la mungitura rappresentava, per noi allevatori, un momento gioioso, con la quale si...