Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -
Pubblicità dolcepuglia2017

2009_04_04_Intervento_Piero_LiuzziNOCI - Nell’istituto Agherbino, sabato scorso, l’organizzazione Vivi la Strada ha tenuto una lezione di comunicazione pratico - teorica di cultura della sicurezza stradale. Tutto è iniziato con molto ottimismo, i ragazzi convinti di assistere a una solita "palla", un po’ rumoreggianti all’inizio, si sono predisposti con la massima attenzione agli spot trasmessi dall`associazione. Realtà vissuta e commentata da spot struggenti, veri e carichi di adrenalina, tutti inchiodati alle poltroncine, attenti e sconvolti dalla realtà. Nella prima mezz`ora lacrime e singhiozzi che venivano su dal cuore di adolescenti increduli di tanta disperazione altrui, veri e propri appelli ad amare le vita facendo vedere la morte, che silenzio.

 

LE ASSOCIAZIONI.
2009_04_04_plateaLa vice presidente della associazione "uniti per i risvegli" di Puglia, dott.ssa Maria Teresa Angelillo ha parlato del coma. La dott.ssa. Angelillo ha spiegato agli studenti che nel coma, come nel coma vegetativo, non ci sono “spine attaccate” ma vi è solo uno stato di incoscienza del paziente che in tanti casi ascolta, ha tutte le funzioni vitali attive, ma non reagisce agli stimoli e nella comunicazione è però vivo. Tanto basta per indurre i medici, infermieri, famigliari e volontari ad aiutare il paziente al risveglio. Vivi la strada, con Tonio Coladonato, è da tempo a fianco di questa grande famiglia di volontari dei risvegli e insieme alla presidente della Puglia si sta lavorando in forte sinergia per poter smuovere pregiudizi e istituzioni ad avere più attenzione per questi pazienti sempre più abbandonati a se stessi e alle loro famiglie.

 

LA TESTIMONIANZA.
Tra le persone invitate è intervenuta la mamma giovanissima di Roberto Belviso, che ha visto, insieme agli studenti, il pensiero dedica di Tonio Coladonato, solo tre minuti che hanno mandato in lacrime l’intera sala. La mamma Stefania provata del ricordo di Roberto ha chiesto di dichiararsi più tardi. E` quindi subito intervenuto il sindaco della città di Noci dr. Piero Liuzzi che ha per prima cosa abbracciato la mamma di Roberto e dedicato una riflessione di vita, di comportamento e di consigli da accettare da chi ha sofferto e continua tutti i giorni ad avere una vita vessata piena di disperazione, solitudine e tristezza. Tonio Coladonato ha chiesto al primo cittadino di ricordarsi delle vittime della strada e se fosse possibile dedicare una piazza, una strada, alle vittime della strada, oltre a ricordare e divulgare slogan sulla sicurezza stradale negli appuntamenti di piazza, nei concerti e laddove la presenza di giovani è numerosa. A seguire la diplomazia amministrativa è venuta al fianco di Tonio e Anita (presentatrice della lezione) Stefania Bruno, la mamma del “Belviso”, Stefania ha chiesto ai presenti quanti di loro conoscessero Roberto; tante le mani che si sono alzate, un vuoto e uno strazio di pianto e singhiozzi collettivo, c’erano tanti amici di Roberto, forse Stefania sapeva che il suo “cucciolo” aveva amici dappertutto. Che bello è stato questo gesto d’affetto dimostrato da questi giovanissimi studenti, Stefania ha esortato a volersi bene, amare i propri genitori, confidarsi con loro, discutere e rispettare i professori, rispettare le regole e amare la vita come l’amava Roberto, che ha invogliato Stefania e Mariano, il papà, ad un ultimo gesto d’amore, quello di donare i suoi organi a sei persone che lottavano con delle malattie irreversibili, un lungo e affettuosissimo applauso ha dato coraggio a Stefania per poter proseguire le campagne di sensibilizzazione contro le stragi stradali affianco all’organizzazione di Vivi la Strada.

IL MEDICO LEGALE E LA "LEZIONE".
Il medico legale Angelo Pizzolato per la sua mirata relazione di dieci minuti ha spiazzato tutti. Ha chiamato a caso due studenti per una "interrogazione" su alcool e droga, così ha fatto vedere, con delle slide proiettate, quali sono i rischi di chi si mette alla guida dopo aver bevuto o aver fatto uso di sostanze stupefacenti e quali sono le sanzioni a cui si va incontro, oltre alla sua esperienza di perito medico legale quando effettua le autopsie sui corpi straziati dalle lamiere dei mezzi. L’interrogazione ai due studenti, che volontariamente di sono presentati, verteva sulla loro conoscenza sugli effetti dell’alcool alla guida e della sostanze stupefacenti, i due studenti spesso hanno saputo rispondere perché hanno acquisito da internet notizie e perché a scuola se ne è parlato.

IL PARERE DELLE FORZE D'INTERVENTO.
La presenza del dirigente della sala operativa del 118, dott. Dipietro ha portato un insegnamento di comunicazione e cultura di come chiamare il soccorso. Alcuni infermieri professionisti del pronto soccorso di Putignano e dell’associazione a.v.p.a. di Castellana Grotte, hanno fatto vedere come si estrae il casco a chi ha subito un sinistro in moto ed hanno indicato tutte le manovre corrette da fare ammonendo chi si vuole immedesimare soccorritore in quei delicati momenti. Di seguito è intervenuto il comandante della stazione del carabinieri di Noci, l.ten. Zaccaria, cha ha parlato ai ragazzi come padre e amico dichiarando che ogni qualvolta succede un incidente stradale gli corre un “brivido sulla schiena” specie quando deve recarsi a casa dei genitori per annunciare la scomparsa del loro figlio. “È una dura realtà- ha aggiunto il maresciallo- che mi rattrista tantissimo e tanto vogliamo fare per aiutarvi a vivere in una società migliore e priva di pericoli, ma ci dovete anche aiutare ad aiutarvi”. Ad accompagnare l`arma dei carabinieri c`è stato anche il coordinatore del distaccamento dei vigili del fuoco di Putignano, Cosimo Sibilia, affiancato dal c.s. Antonio Lovece. Tonio Coladonato ha elogiato il loro prezioso lavoro che in sinergia con il 118 ha fatto sì di salvare tante vite umane, ma il caposquadra Sibilia ha sinceramente detto agli studenti che è meglio intervenire per salvare cani e gatti che intervenire sugli incidenti stradali dove l’angoscia nasce già da quando arriva la telefonata di richiesta d’aiuto. Sibilia ha esortato alla prudenza, di non eccedere nei vizi, di rispettare la legge, la propria vita e quella degli altri ricordando anche “che a casa ci sono i genitori, fratelli e sorelle che vi aspettano fino a tarda ora con l’ansia che incombe ogni sera”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 198 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook