Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

GiovedÌ, 29 Ottobre 2020 - 06:11

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

10 20mariassassuntalamadacquaNOCI (Bari) – Ha riaperto finalmente le sue porte alla comunità, dopo anni di chiusura dovuti alle criticità strutturali, la chiesa sita nella frazione nocese di Lamadacqua e che per anni ha rappresentato il centro nevralgico della vita culturale e spirituale del territorio. Già conosciuta per la sua dedicazione a Maria SS. Assunta, la Chiesa è tornata a splendere di nuova luce lo scorso giovedì 18 ottobre 2018 grazie alla solenne celebrazione di dedicazione presieduta dal Vescovo Mons. Giuseppe Favale. L’appuntamento è sopraggiungo a fine dei lavori di ristrutturazione iniziati a novembre 2017.

10 20benedizionechiesalamadacquaUna grande folla è accorsa per partecipare allo storico evento: le porte della nuova chiesa consacrata sono state varcate all’unisono da Mons. Giuseppe Favale, accompagnato da Don Stefano Mazzarisi, Don Vito, Don Maurizio, Don Pasquale (che per tanti anni si era già occupato di proseguirne il culto in loco), il clero, il Sindaco Nisi, il presidente del Consiglio Fabrizio Notarnicola e da tutti i fedeli accorsi. Una grande emozione si è rinnovata nei cuori di tutti coloro i quali hanno sposato a pieno le parole di Mons. Favale (Vescovo della Diocesi Conversano Monopoli) pronunciate durante i riti di benedizione e consacrazione. “Ringraziamo Don Pasquale, primo e forse unico parroco di questa chiesa per essersene occupato a lungo. Oggi la comunità deve comunque portare avanti il suo cammino. Ho voluto che si celebrasse il rito per la consacrazione: con questa liturgia cogliamo l'occasione per trasformare la chiesa di pietre in chiesa fatta di persone. La chiesa è un organismo vivo: è bello avere i templi fatti di pietra ma è ancora più bello pensare alla chiesa viva. In questo luogo si viene per incontrare il Signore. Trattasi di un luogo avvolto dalla santità di Dio. Avvertiamolo attraverso le nostre chiese! Andiamo nella santità di Dio e nutriamoci di Dio. Corroborati da Dio cerchiamo di essere pronti ad uscire dalle chiese per testimoniare la sua parola. Siamo noi le pietre vive della santità di Dio. Amiamo le nostre chiese fatte di pietre tenendo alla bellezza di questi luoghi. Curate l'ordine, il raccoglimento e il silenzio. Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile il restauro di questa chiesa. Agli architetti Intini che hanno dimostrato la loro competenza sotto la guida dell'ufficio tecnico della diocesi. Alla Soprintendenza per i Beni Culturali e a tutti coloro i quali vorranno rendere vivo questo luogo del Signore”. Il riferimento della parrocchia sul territorio sarà difatti il Diacono Pinuccio, fa sapere Don Stefano Mazzarisi. Grazie alla sua presenza e alla presenza, senz’altro costante, dell’arciprete sarà possibile prendere parte a qualsiasi attività di comunità.

10 20nisibenedizionelanmadacqua"Questa zona di periferia", ha invece commentato il sindaco Nisi durante il suo intervento, "ha un duplice centralità. Da oggi vi è una centralità ritrovata: quella per l’interesse culturale e umano. Mi impegno personalmente con umilità ad una presenza costante sul territorio”.

I LAVORI DI RESTAURO – Sono partiti il 27 novembre 2017. L’edificio, con l’intero centro servizi, dal giugno 2016, è STATO sottoposto a tutela della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Bari tramite procedimento seguito dal funzionario architetto Angelamaria Quartulli. Il progetto è stato redatto dagli architetti nocesi Piernicola Intini e Piero Intini in collaborazione con gli ingegneri Michele Vitti e Marilena Venerito che hanno anche svolto le prime indagini diagnostiche; le indagini geognostiche sono state invece affidate ai geologi Serena De Venere e Massimo Colucci. L’importo dei lavori è cofinanziato con il contributo 8x1000 alla Chiesa Cattolica della Conferenza Episcopale Italiana. La richiesta, accordata dal vescovo di Conversano-Monopoli S. E. R. mons. Giuseppe Favale e presentata presso l’Ufficio Nazionale per i Beni Culturali Ecclesiastici e l’Edilizia di Culto, è stata curata per l’iter autorizzativo dal Servizio Tecnico Diocesano nelle persone degli ingegneri Giovanni Pinto e Piero D’Onghia. Un’altra parte della somma necessaria è stata offerta da don Pasquale Tinelli, già affezionato e attivissimo parroco della suddetta chiesa. I lavori sono stati affidati all’impresa «L’EdilCiccone s.r.l.» di Locorotondo (BA) in possesso di attestazione SOA categoria opere OG2. L’opera progettata da Plinio e Paolo Marconi risale al periodo 1961-1963. Pur non avendo 70 anni, il complesso è stato riconosciuto bene culturale ai sensi dell'art. 10 c3 lettera d, del D.Lgs 42/04 e sottoposto alle disposizioni del Titolo I Parte II, in quanto considerato esempio significativo e modello inedito di architettura rurale introdotto in un periodo di importante sperimentazione formale e tecnologica che ha visto nell’Italia Meridionale lo sviluppo di un ampio programma di pianificazione e numerose realizzazioni. Hanno manifestato vivo interesse per l’iniziativa, tramite le pagine della rivista online “Il Giornale dell’Architettura”, l’architetto Ugo Carughi, presidente della Do.co.mo.mo. Italia che ha come diretto referente a livello internazionale Docomomo International (International working party for DOcumentation and COnservation of buildings, sites and neighbourhoods of the MOdern MOvement) e altre personalità del mondo della cultura e dell’architettura. Gli interventi necessari, dato anche il caso specifico tra i primi in Puglia di restauro di un edificio moderno vincolato, tema quanto mai attuale e di grande importanza per gli anni a venire, hanno interessato in modo particolare il campanile, il frontone e la veletta sopra l’accesso, elementi, questi, in cemento armato fortemente ammalorato, che versavano in severo e pericoloso stato di degrado, un sistema ad invertitore di carica ha messo un freno all’umidità di risalita presente sulle pareti perimetrali e le finiture interne ed esterne dell’intera chiesa, compreso il caratteristico tetto, sono state riportate alla cromia voluta dai progettisti del tempo: gli architetti Plinio Marconi e Paolo Marconi. Anche le campane, funzionanti, sono tornate al loro posto.

Fotogallery

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 389 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Putignano - Presi con la droga due insospettabili

18-10-2020

PUTIGNANO - I Carabinieri della Stazione CC di Putignano, nel corso di uno straordinario servizio di controllo del territorio, hanno...

Alberobello, prima vittima per Covid19

11-10-2020

ALBEROBELLO - Il sindaco di Alberobello, Michele Maria Longo, poche ora fa ha annunciato sui social la notizia della prima...

Insediato a Putignano il Commissariato di Polizia

08-10-2020

PUTIGNANO - La sindaca di Putignano, Luciana Laera, ha annunciato ieri sui social l'insediamento ufficiale a Putignano del Commissariato di Polizia. 

Concluse le indagini per il furto al Liceo Scientifico Statale di Martina Franca

05-10-2020

Individuato l’autore, un pluripregiudicato foggiano di 29 anni MARTINA FRANCA - Concluse le indagini per il furto al Liceo Scientifico Statale...

Bari e Modugno: inseguimenti nella notte. Due arresti e un denunciato

29-09-2020

MODUGNO - I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Bari hanno denunciato un ragazzo, neanche maggiorenne, per ricettazione. Il giovane, la...

Bari, cambio al vertice del Comando Legione Carabinieri “Puglia”

13-09-2020

BARI - Nella Caserma “Chiaffredo Bergia” si è tenuta giovedì sera, alla presenza del Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden”, Generale di...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

DS Chiara d’Aloja: lettera aperta alla Comunità Educante

28-08-2020

LETTERE AL GIORNALE - Il nuovo anno scolastico è alle porte anche per l’Istituto Comprensivo Gallo-Positano e sarà un anno speciale...

Piero Liuzzi: "Zavoli e la sua fame di Sud"

06-08-2020

NOCI - Riceviamo e pubblichiamo questo breve ricordo del sen. Piero Liuzzi sul suo originale rapporto con Sergio ZAVOLI, parlamentare...

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...