ADV

 

Torna ad ardere il falò di Santa Lucia: ora più che mai Noci è pronta a “ri-accendersi”

12 13 SantaLuciaNOCI – Dopo lo stop imposto dal periodo clou della pandemia, torna uno degli appuntamenti invernali più attesi dai nocesi: l’accensione e la benedizione del falò in onore di Santa Lucia. La cerimonia che segna il passaggio simbolico dalle tenebre alla luce, ha avuto luogo lo scorso 12 dicembre, in piazza Principe Umberto, alle 19:30, dopo la Santa Messa presieduta da Sua Eccellenza Mons. Favale. Il tutto si è svolto naturalmente nel rispetto delle norme anti contagio da covid19

12 13 AccensioneFalòTutta Noci aveva atteso con trepidazione il magico momento che da generazioni è simbolo di incontro, di calore, di luce e di speranza. Il vento e soprattutto la pioggia hanno seriamente minacciato l’accensione del falò, ma questo fuoco temerario e testardo, con tanta voglia di tornare ad ardere, di restituire benessere e luce dopo un periodo di buio durato decisamente troppo, ha resistito stoicamente. E’ partito un po’ in sordina, certo, ma successivamente ha invitato simbolicamente i presenti a ri-accendere i propri cuori. E la voglia dei nocesi di ritrovarsi attorno al grande falò (seppur muniti di mascherina e con tutte le cautele del caso) era così tanta che molti hanno voluto esserci nonostante le condizioni non invitassero decisamente a uscire di casa.
12 13 FalòSantaLuciaQuanto mi è mancato! Almeno per quest’anno l’abbiamo rivisto!”- ha sussurrato qualche anziano. C’erano anche i bimbi che l’additavano meravigliati per la prima volta, e i giovanissimi, irresistibilmente attratti da una tradizione antica, dal profumo della legna che precede già a grande distanza un fuoco che arde. Rapiti da quella magia antica, quasi non ci si accorgeva di essere bagnati dalla pioggia. Un falò che onora Santa Lucia, a cui Noci è sempre stata legatissima, ma che segna anche un passaggio importante: quello dalla tenebre invernali alla sicurezza che le giornate torneranno gradualmente ad allungarsi e a riempirsi di luce. Lucia è la custode del giorno più corto e più buio dell’anno, e per questo viene a portare luce, come già indica il suo nome. Ad accompagnare la danza delle scintille che si levavano verso l’alto, anche le classiche melodie natalizie suonate dalla Banda, per aiutare a immergersi in maniera ancora più completa nello spirito del Natale che si avvicina. E dunque che Lucia riporti davvero quella “lux” e quella speranza di cui tanto a lungo si è sentita la mancanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

Sigilli ad autodemolitore abusivo: sequestrata area di 11.000 mq

10-05-2024

GIOIA DEL COLLE – Nei giorni scorsi, i militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (NIPAAF) del...

Altamura: rifiuti tombati in cava

30-04-2024

ALTAMURA - I militari coordinati dal Gruppo Carabinieri forestale di Bari, con l’ausilio del Reparto Carabinieri Parco Nazionale dell’Alta Murgia e...

Bari - Scoperto un deposito di sostanze stupefacenti. Arrestato un 24enne

23-04-2024

BARI - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Bari San Paolo hanno arrestato in flagranza di reato un 24enne...

Bari e Capurso: custodia cautelare nei confronti di otto persone per i reati di lesioni…

15-04-2024

BARI E CAPURSO - Nella prima mattinata di sabato i Carabinieri della Compagnia di Bari San Paolo e della Stazione CC...

GdF Bari: ordinanza di misure cautelari nei confronti di 7 persone per corruzione, turbata libertà…

10-04-2024

BARI - I finanzieri del Comando Provinciale di Bari stanno dando esecuzione a Bari e provincia a un’ordinanza applicativa di misure...

Bari: i Carabinieri scovano centinaia di reperti archeologici nell’abitazione di due pensionati

10-04-2024

BARI - I Carabinieri della Stazione di Bari Carbonara, in collaborazione con militari del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale e del NIPAAF...

NECROLOGI

Addio a Nicola Giacovelli: lo “scalpellino" nocese che fu internato nei lager nazifascisti

11-04-2024

NOCI – La comunità nocese dice addio a Nicola Giacovelli, padre del dott. Francesco Giacovelli, uno dei nostri architetti più...

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

LETTERE AL GIORNALE

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...

Il centrodestra in salsa nostrana

08-06-2023

LETTERE AL GIORNALE - Egregio Direttore, la ringrazio di cuore preventivamente qualora deciderà, con generosità, di pubblicare questo mio umile e...

Alluvione in Emilia-Romagna, il racconto di un nostro concittadino

21-05-2023

FORLÌ - Sono a Forlì, è martedì 16 maggio, sono le 19:00, piove ormai da circa diciotto ore ed il...

1984

19-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, non era mia intenzione tediarvi nuovamente con le mie elucubrazioni sull'Idra a otto teste che...