Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

MartedÌ, 9 Agosto 2022 - 10:12

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

09 10cantimigranti2NOCI (Bari) - Il sagrato della Chiesa madre, grazie all’Avis di Noci con la sua attivista Giulia Basile e la splendida voce di Luisa Notarangelo, si è trasformato per una sera in uno sconfinato porto in cui hanno attraccato navi cariche di musica, sentimenti e poesia provenienti dai più disparati paesi del mondo: dal Portogallo all’Argentina, dal Messico al Brasile passando per l'Ecuador, senza tralasciare la nostra Italia. 

09 10luisanotarangeloE’ riaputo, la musica è sempre stata, assieme alla poesia, uno dei mezzi più efficaci e diretti per veicolare importanti messaggi culturali e sociali. E proprio musica e poesia sono state le protegoniste del meraviglioso spettacolo tenutosi sabato sera, 8 settembre, in piazza Plebiscito, a cura dell’associazione Avis e della sua da sempre attivissima portavoce Giulia Basile, figura di spicco per il paese grazie al suo impegno umano, culturale e sociale. La Basile, ha evidentemente voluto ospitare lo spettacolo ideato dalla bella e brava Luisa Notarangelo, ritendendo che si sposasse perfettamente con il messaggio e con lo scopo dell’Avis.  “Il sangue è rosso per tutti” - ha dichiarato  nel discorso iniziale e i porti, non possono immaginarsi come luoghi chiusi ma devono restare il simbolo dell’apertura per eccellenza: luoghi in cui le persone arrivano cariche di speranza e da cui  partono con grande sacrificio e nostalgia; luoghi in cui i sentimenti, anche attraverso le canzoni, assurte a simbolo della cultura e delle radici di una terra, si incontrano e si amalgamano.

Nei porti, qualcuno lascia sempre qualcosa, qualcun altro la “raccoglie” e la fa sua: è così che deve funzionare ed è così che ci si deve arricchire.

Dopo il discorso iniziale, ha avuto luogo la vera e propria magia: il sagrato della Chiesa Madre, si è trasformato per una sera in un grande porto, in cui hanno attraccato navi cariche di musica, cultura e sentimenti provenienti da diversi paesi del mondo. Le chitarre di Christian Cassano e Gianni Sciambarruto, hanno fatto da sottofondo alla voce calda ed avvolgente della Notarangelo, che ha aperto questo intrigante viaggio con la sua più grande specialità e passione: il fado portoghese, simbolo della saudade e malinconia che sono sempre compagne del viaggio e del travaglio del migrante. Se ci si sofferma infatti ad osservare dipinti o immagini iconografiche dedicate all’emigrazione ed all’immigrazione, il migrante viene sovente rappresentato con in spalla una chitarra, oltre al suo umile fagotto o alla valigia di cartone. La “navicella simbolica”, facendo piccoli scali poetici, con componimenti del portoghese Fernando Pessoa e della stessa Basile, ha poi toccato i porti dell’Argentina, con tango e milonga, del Messico, dell'Ecuador e del Brasile. Lo spettatore è stato infine riportato in Italia. E dato che la struggente canzone napoletana è stata sempre simbolo, un po’ in tutto il mondo dello struggersi del migrante italiano a causa della lontananza del paese natio,non poteva mancare l’emozionante “Santa Lucia luntana”.

“Chi è nato a Napule ce vò murì”- recita uno dei bellissimi versi, e questo è vero per chiunque: chi non vorrebbe morire nella suo paese natio, dove affondano le proprie radici? Ma non sempre è possibile se si vuol garantire un’esistenza dignitosa a se stessi e alla propria famiglia.

E anche la lontananza dalla persona amata, che spesso si può vedere soltanto nei sogni, è stata tra i temi trattati, con uno stornello romano che ha emozionato: l’innamorato conta le stelle  che affollano il cielo e il marinaio, perspicace, gli risponde che può contare quante volte vuole, ma l’unica stella che cerca (l’amata) mancherà sempre in quel cielo.

09 10cantimigrantiUna stupenda poesia firmata dalla penna appassionata della Basile, intitolata “U core de l’emigrante”, ha  concluso la serata compendiandone il senso: il migrante nocese, non fa altro che supplicare il Santo Patrono di concedergli la grazia di tornare a passeggiare nella piazza del suo paese. Quando dopo anni, ha raccimolato il necessario e può tornare, vuol gridare a tutti ciò che ha imparato. Siamo tutti di passaggio a questo mondo, che è un unico grande porto. L’obiettivo dello spettacolo era sicuramente quello di indurre lo spettatore a porsi una domanda fatidica: se i porti fossero sempre stati chiusi, godremmo di tanta bellezza musicale, poetica e culturale che ci sono arrivate? E potremmo essere orgogliosi di tanti concittadini e connazionali che all’estero hanno reso famosi elementi della nostra cultura? La speranza è che tanti si siano dati la risposta più intelligente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

 

Informazione pubblicitaria

 

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 460 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
Informazione pubblicitaria

FUORI CITTA'

Conversano - Arrestato responsabile di un furto all’interno della Cattedrale di Conversano

08-08-2022

I Carabinieri gli trovano in casa anche Marijuana e Hashish CONVERSANO - I Carabinieri del Comando Stazione di Conversano hanno tratto...

Identificati i presunti autori di una truffa consumata ai danni di una vittima ultraottantenne

30-07-2022

BARI - Ieri mattina, in Messina i Carabinieri delle Stazione di Acquaviva delle Fonti con il supporto dei colleghi della Compagnia...

Recuperato e rimpatriato dall’Austria eccezionale dipinto seicentesco di Artemisia Gentileschi

21-07-2022

L'opera era pertinente all’eredità del Conte Giangirolamo II Acquaviva di Conversano BARI - Le persone indagate, secondo l’impostazione accusatoria,  avevano presentato...

I risultati dell’attività operativa 2021 dei Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Bari

18-07-2022

BARI - Il Nucleo Carabinieri TPC di Bari, nell'ambito delle numerosissime attività investigative avviate in Puglia, Basilicata e all’estero nell’anno 2021...

Bari - Servizi dei Carabinieri anti droga e contro i furti nelle piazze e in…

15-07-2022

BARI - A seguito delle intese raggiunte in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e nell’ambito dei...

Corato - Non erano stati invitati al matrimonio. Eseguita dai Carabinieri un’ordinanza di custodia cautelare…

15-07-2022

Corato - I Carabinieri della Stazione di Corato e dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Molfetta hanno dato esecuzione...

NECROLOGI

Ci lascia Titina Sansonetti: aveva appena compiuto 104 anni

09-04-2022

NOCI – La comunità nocese perde ancora un baluardo della sua storia. Questa mattina infatti si è conclusa l’esistenza terrena...

Lutto tra i Carabinieri Forestali di Noci

28-02-2022

NOCI - Noci e la Coreggia piangono Nicola Annese, quarantotto anni, Carabiniere Forestale presso la Stazione di Noci da parecchi anni...

Addio a Peppino Longo

31-01-2022

BARI - “Perdiamo un amico, un rappresentante della Puglia, un uomo buono, sempre al servizio della sua terra. Imprenditore di...

Addio al Maestro Ottavio Lopinto

07-01-2022

NOCI – Una grande perdita per la comunità nocese, per la sua cultura e per la sua musica folk. Ci...

Giovanni Pizzarelli: la famiglia lo ricorderà con una Santa messa in occasione del trigesimo dalla…

14-11-2021

NOCI – Essendo trascorso un mese dalla scomparsa di Giovanni Pizzarelli, ex Appuntato dei Carabinieri, la famiglia lo ricorderà con...

In memoria del prof. Tonio Palattella: uomo colto, generoso e operoso

21-09-2021

NOCI - Qualche giorno fa ci ha lasciati il prof Tonio Palattella, figlio del compianto Don Vito, fondatore del gruppo...

LETTERE AL GIORNALE

Un Comitato per l'estensione della rete idrico-fognante in Zona H

28-03-2022

LETTERA AL GIORNALE - In data 6/7 marzo 2022 è stata inviata al Comune di Noci e all’Autorità Idrica Pugliese...

Liuzzi "La Gazzetta, una lunga pausa salutare"

24-02-2022

NOCI - Una lunga pausa salutare. E non solo per il giornale e per i giornalisti ma anche, paradossalmente, per i...

IIS "Da Vinci - Agherbino": doverose precisazioni

07-01-2022

COMUNICATO - A seguito di notizie di stampa che rappresentano infedelmente la realtà dei fatti, l’Istituto “Da Vinci – Agherbino”...

Una rete virtuale per il “Green sentiment pubblico”

07-09-2021

LETTERA AL GIORNALE - Sono proprietario di un trullo in agro di Noci in Località Monte Verde dal 2013 -...

Senatrice Liliana Segre, cittadina onoraria di Noci

22-07-2021

Il 15 luglio il Consiglio Comunale di Noci ha deliberato la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, presidente della Commissione...

Comitato per la cittadinanza onoraria nocese a Liliana Segre: punto di partenza e non di…

01-07-2021

NOCI - Pubblichiamo di seguito un comunicato da parte del Comitato per il conferimento della cittadinanza nocese alla senatrice Liliana Segre a...