Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità 3 unipolsai

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -

pietro gioia 09NOCI (Bari) - Prima chiesa, poi borgo, poi casale e infine terra nucum. In queste tappe è racchiusa l'origine della storia di Noci per lo studioso Pasquale Gentile che ha inaugurato la 14^ edizione del Settembre in Santa Chiara dedicata ai 150 anni dalla morte di Pietro Gioia con un intervento proprio su “Pietro Gioja (1801-1865) storico: le ‘Conferenze istoriche sull’origine e su i progressi del Comune di Noci in Terra di Bari’ e la storiografia locale”.

Punto di partenza per la riflessione di Gentile è stata la figura di Pietro Gioja, noto storico e sindaco nocese vissuto tra il 1801 e il 1865, ben noto nella storiografia regionale per oltre un secolo e mezzo grazie alle ‘Conferenze istoriche sull’origine e su i progressi del Comune di Noci in Terra di Bari’ (Leggi qui). L'opera oggi risulta, a detta di Gentile, "un intreccio di poca storia e leggende, ma per un secolo e mezzo il testo ha avuto autorità nella nostra regione". Ciononostante lo storico Gioia ha avuto il merito, sempre secondo Gentile, di riannodare i fili della tradizione e di provare a riordinare il patrimonio storiografico a lui disponibile, fatto di manoscritti monchi o confusi, e di collegare la microstoria nocese con la macrostoria occidentale.

PIETRO GIOIA, lo storico e il politico - Pietro Gioia nasce nel 1801. Il padre, Vito Michele, che è stato sindaco di Noci nel 1801, 1802, 1807, 1812, 1825, era al 10° posto nella lista dei contribuenti nocesi. Di forte fede cattolica con parenti chierici, svolge i primi studi al seminario di Conversano e poi l'università di Napoli presso la quale si laurea "in utroque iure", diritto canonico e civile il 4 marzo 1823. Si innamora da studente universitario di una ragazza nocese, Rosalba de Tintis, ma non la sposa. Ottiene la prima nomina giudiziaria nel 1828 a Castellaneta poi a Casamassima e subito dopo sposa Teresa Azzone. Nel frattempo viene trasferito a Santeramo, ma nel 1838 muore di parto la moglie. Anche per riprendersi da questo lutto chiede un congedo e stampa il primo volume de le "Conferenze istoriche sull'origine e su i progressi del Comune di Noci in Terra di Bari". Tra il 1839 e 1840 si trasferisce a Putignano e nel 1842 pubblica gli altri due volumi. Nel 1847 sposa in seconde nozze Annetta Angiulli, di Alberobello, ed ha 6 figli, gli ultimi due muoiono. Diventerà sindaco di Noci dal 1849 al 1852.

09 12 pietro gioia 12L'ORIGINE DI NOCI - Gioia si cimenta nella stesura di una storia nocese attingendo a vecchi manoscritti, alcuni dei quali posseduti da Gioia e recuperati da Gentile, come quelli di Tommaso Angiulli, Gianfrancesco Cassano e Giuseppe Saponari. Proprio questi ultimi due sono stati eccezionalmente mostrati al pubblico dei presenti nel chiostro delle Clarisse: "La ristretta ed erudita narrazione dell'origine e progresso della Terra delle Noci del Rev. Canonico Gianfrancesco Cassano" del 1739 e la "Storietta manoscritta di Noci" di Giuseppe Saponari. In maniera appassionata Gentile ha imperniato la seconda parte del suo intervento sulla questione della datazione dell'origine di Noci a partire dalle fonti di Pietro Gioia. Tra 09 12 pietro gioia 13l'Angiulli che fa risalire la nascita di Noci al 1085, Cassano che accredita la genesi di Noci nel 560 d.C. e Saponari che addirittura la anticipa al 500 d.C. Gentile esclude categoricamente, per refusi ed assenza di riscontri storici evidenziati dallo storico conversanese Angelo Fanelli, le datazioni di Cassano e Saponari, peraltro seguite dal Gioia. Noci avrebbe più plausibilmente una origine normanna intorno all'anno 1000 ed antecedente a quella del 1316 (relativa alla leggenda di Filippo d'Angiò di età angioina sulla fondazione della chiesa matrice) ritenuta ormai superata. Nel suo argomentare, Gentile rivaluta per meticolosità e scientificità il manoscritto Cassano e critica le altre ipotesi storiche sulla fondazione di Noci la quale non sarebbe nata dalla distruzione dei casali di Mottola, Casaboli o Barsento, ma avrebbe appunto avuto già intorno all'anno 1000 un suo sviluppo autonomo.

09 12 pietro gioia 04IL PRONIPOTE DI PIETRO GIOIA - A rendere omaggio alla memoria di Pietro Gioia, oltre a Pasquale Gentile e al direttore della Biblioteca comunale Giuseppe Basile, anche il sindaco di Noci, Domenico Nisi il quale ha sottolineato l'importanza dell'iniziativa del Settembre in Santa Chiara  per “rigenerare il senso di cittadinanza” ed il pronipote dell'omonimo storico, Pietro Gioia. "Noci e il suo territorio producono da sempre storiografia. Tanta è l'attualità dei temi del mio avo Pietro Gioia trattati nei suoi testi storici: la scuola pubblica, il demanio. La nostra famiglia è orgogliosa e siamo sempre più convinti che bisogna parlare della storia locale per recuperare la nostra identità".

 

Fotogallery

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Altri hanno letto anche:

Pubblicità

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 303 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook