Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -

sede-centro-per-impiego-noci-01NOCI (Bari) - Che il 2012 fosse stato un anno drammatico sotto il profilo dell'occupazione lo si era già intuito, così come è facile intuire il flusso di lavoratori richiedenti la mobilità in deroga. Secondo alcune agenzia di stampa anche l'azienda di ristorazione RR Puglia, nell'ultima settimana, ha inviato circa 30 lettere di licenziamento ai propri dipendenti.

Non è un buon momento per nessuno. Tant'è vero che il Centro Per l'Impiego di Noci ha da poco pubblicato i dati relativi all'occupazione dell'anno appena trascorso. Nel bacino d'utenza del CPI di Noci che comprende anche i comuni di Alberobello, Putignano e Locorotondo, si evidenzia come a fare richiesta della mobilità in deroga sono stati ben 776 lavoratori, di cui 428 donne e 348 uomini. Lo squilibrio è dato dalle diverse tipologie di impiego in cui le lavoratrici sono inquadrate differentemente dai lavoratori.

Ciò che colpisce nel leggere i dati diramati dalla sede di via Di Vittorio è che la fascia di donne senza lavoro va dai 31 ai 40 anni rappresentando il 37,85% della forza lavoratrice femminile del bacino. Una fascia d'età in cui le donne potrebbero essere al massimo della propria forza, ma che i dati dimostrano essere inoccupate. Per i maschietti l'asticella si alza leggermente e ad essere senza lavoro sono quelli compresi nella fascia d'età tra i 41 ed i 50 anni, rappresentanti il 30,46%.

Scendendo nello specifico a Noci vi sono 185 lavoratori in mobilità in deroga rappresentanti il 26%, subito dietro a Putignano dove nella stessa situazione si trovano ben 416 persone rappresentanti il 56%. Nel comune dei tre campanili emerge forte il dato degli esodati, ovvero coloro che hanno perso il lavoro in età matura. Il 38,94% sono donne ed il 41,67% uomini compresi nella fascia d'età tra i 41 ed i 50 anni.

Contrariamente alle catastrofi dei grandi gruppi del settore edile, ad essere colpito in maniera profonda dalla crisi economica nel nostro territorio è stato il settore tessile con ben il 28% di operatori in mobilità. Segue l'amministrazione e finanza d'impresa col 21% e solo al terzo posto si trova l'edilizia con il 12%. Questo serve a spiegare anche come tra le figure professionali a cui si è fatto maggiore ricorso agli ammortizzatori sociali spicca il cucitore a macchina per la produzione in serie di abbigliamento (27%), seguito dal personale non qualificato delle attività industriali ed assimilati (20%), e dalla categoria dei segretari, archivisti, tecnici degli affari generali ed assimilati (16%).

Però c'è anche chi riesce a non perdere il lavoro oppure lo ritrova subito dopo averlo perso, oppure molto più semplicemente, decide di mettersi in proprio. È il caso dei lavoratori artigiani. Elettricista, meccanico, sarto e carpentiere, sono le figure con impatto minimo (intorno al 3-4%).

«Questi dati sono la risultanza di due fattori» commenta il formatore Vito Sgobio. «Dai dati si evince che ad essere più colpite sono le donne perché il settore tessile è quello su cui è pesata maggiormente la crisi economica locale. Il secondo dato deriva dal fatto che la maggior parte dei lavoratori in mobilità possiede un titolo di studio molto basso: la quinta elementare o al massimo la terza media. Per loro, che qualcuno chiama esodati- chiosa Sgobio- è molto difficile il reinserimento nel mondo del lavoro».

 

Fotogallery

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 170 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook