Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -
Pubblicità dolcepuglia2017

05 17 renzi decaroBARI - Alle ore 14,30  di ieri il presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi (segretario Pd), è sopraggiunto nel Palazzo della Provincia di Bari, da un anno e 7 mesi residenza della Città Metropolitana.

Qui ha firmato con il sindaco metropolitano Antonio De Caro (nonchè sindaco di Bari, vicepresidente dell’Anci, vicepresidente dell’Autorità idrica pugliese, presidente Comunità Parco alta Murgia, componente direzione nazionale Pd) il Patto per la Città metropolitana. Prevede investimenti pari a 230 milioni di euro: dal nuovo polo della Giustizia di Bari all’Accademia Belle Arti, dalla riqualificazione del fronte costiero Molfetta-Monopoli alle agenzie per la casa e per il lavoro,dalla valorizzazione della rete delle Lame alla mobilità ciclistica.

“Questa firma - ha detto, tra l’altro, Renzi - è qualcosa in più di un semplice impegno amministrativo. E’ un gesto impegnativo che mette ognuno di noi in condizioni di assumersi un pezzo di responsabilità...Antonio (De Caro, ndr) è un grande sindaco. Adesso scusate ma il protocollo prevede che vada a mangiare i panzerotti con De Caro. Sono due anni che aspetto di mangiarli!”. Già, il panzerotto in salsa barese. I tempi di realizzazione del Patto? Non declamati.

Nel frattempo si apprende che l’ex Provincia di Bari non risulta eliminata in modo definitivo. I vertici politici della Città metropolitana hanno deciso, il 16 maggio scorso, di  adottare, in via temporanea, il gonfalone e lo stemma della già Provincia di Bari “ ...quali emblemi significativi della neo Città metropolitana,con la sola modifica della dicitura Città Metropolitana in luogo di Provincia di Bari”.

Una scelta dettata dalla non conclusione del bando per l’ideazione e la progettazione di stemma e gonfalone rappresentativi della Città metropolitana. Concorso indetto  il 14 luglio 2015,scadenza delle offerte fissata al 31 agosto 2015 prorogata al 21 settembre, a tutt’oggi la procedura non è terminata.

Nonostante il cambiamento del nome e la modifica di potere rappresentativo tramite Legge n.56/2014( i consiglieri metropolitani vengono eletti dai Consigli comunali, quindi è stato eliminato il voto diretto dei cittadini che abitano i 41 Comuni baresi) è confermata la rilevanza storica di stemma e gonfalone adottati dalla Provincia di Bari su concessione di Vittorio Emanuele III con decreti del 1938 e del 1948,riconosciuti dalla Consulta Araldica e dal Consiglio dei Ministri.

Dulcis in fundo,gonfalone e stemma “ costituiscono l’identità visiva della preziosa memoria storica del territorio in gran parte coincidente con quella della Città metropolitana”. Ah, ecco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 242 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook