ADV

 

Verso una Carta Archeologica del Comune di Noci

Uno strumento predittivo e conoscitivo utile alla futura pianificazione territoriale

BarsentoNOCI - Grande è la soddisfazione per l’avvio della redazione di una Carta archeologica del Comune di Noci. Un progetto affidato con Delibera din Giunta n. 143 del 23 dicembre 2022 alla società “Cultura in comune”, e che ha ottenuto l’autorizzazione della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Bari, con cui il Comune si appresta ora a stipulare una convenzione.

«Si tratta di uno dei punti del nostro programma di governo – spiega la Consigliera delegata Mariarosaria Lippolis. – Inizialmente l’idea era quella di utilizzare questo strumento per indagare aree circoscritte, Barsento e Casaboli in primis. Successivamente, in accordo con le archeologhe coinvolte, si è ritenuto di estenderlo all’intero territorio comunale, sempre con particolare attenzione ai due siti citati, dove sono già state effettuate campagne di scavi che consentito di riportare alla luce tracce importantissime della nostra storia. Aspetto strategico da evidenziare è che, con la redazione di una Carta archeologica, gli interventi di indagine archeologica che saranno effettuati in futuro sul nostro territorio, potranno essere condotti con metodo, dando luogo ad una programmazione mirata delle campagne di scavo che dovrà tener conto delle evidenze emerse».

In effetti, la cartografia alla quale si sta lavorando si propone come uno strumento “predittivo”, in grado di evidenziare le potenzialità archeologiche; conoscitivo, quale risultato di un’indagine su ampia scala, che unirà in modo innovativo i dati archeologici a quelli geologici, geomorfologici, la cartografia storica, le fonti iconografiche (ecc..); infine, consentirà di mappare i beni noti, ma soprattutto di valutare la possibile presenza ed estensione degli insediamenti conservati delle varie epoche e, in prospettiva, la consistenza dei depositi archeologici nel sottosuolo.

«Oltre a ciò che è visibile (monumenti, aree archeologiche, reperti conservati nei musei), patrimonio è anche ciò che è conservato negli strati sottostanti la parte più superficiale del terreno e che non si conosce ancora – continua la Consigliera Mariarosaria Lippolis. – Si pensi, ad esempio, ai molti insediamenti antropici sparsi sul territorio, il cui stato di conservazione non è sempre definibile con certezza. Archeologia, Archivistica, Storia dell'Arte sono spesso considerate discipline di élite, che interessano il grande pubblico solo quando le luci dei riflettori si accendono su grandi ritrovamenti. La fase lunghissima e appassionante della ricerca resta nell’ombra, a volte scarsamente finanziata, sconosciuta, come se il patrimonio culturale riemergesse dal sottosuolo o dai documenti,  per caso o all’improvviso. Con questo Progetto vorrei che venisse posto il seme che riconcilia Archeologia e Comunità, Ricerca e Identità».

Avviato il lavoro, v’è ora la necessità di sviluppare, parallelamente alla parte scientifica, anche un piano di comunicazione e condivisione con la cittadinanza delle fasi in svolgimento e, contestualmente, di coinvolgimento delle scuole. Per tale ragione, nelle prossime settimane, saranno pubblicati sul sito istituzionale del Comune di Noci e sui canali Facebook “Noci Città delle Arti e della Cultura” e Instagram @comunenoci news e aggiornamenti sullo stato di avanzamento del lavoro. Il tutto troverà un punto di sintesi in un’apposita sezione dedicata del sito istituzionale. «In questo modo spero si comprenda che la Storia è un processo e gli eventi storici associati ai reperti non sono isolati in un passato considerato un ‘altrove’, ma collegati all’oggi – conclude la Consigliera Lippolis. - Passato e presente, quindi, quali dimensioni che, isolate, non bastano a sè stesse, sono in realtà in costante comunicazione e restituiscono una visione ciclica – non lineare – del tempo. Solo così può attivarsi nella Comunità un processo psicologico, che coinvolga le dimensioni emotive, fisiche e spirituali degli individui, strettamente connesse al senso di appartenenza. L’intento è che questo progetto pilota si trasformi in un modello da “esportare”».

Prossimo passo, la sottoscrizione del Protocollo d’intesa con la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Bari, che «ha già condiviso favorevolmente gli obiettivi del progetto, utile per finalità di tutela, ricerca e valorizzazione ed in grado di integrarsi con gli strumenti urbanistici vigenti e con quelli in corso di elaborazione – spiega il Sindaco Domenico Nisi. – La Carta Archeologica sarà base indispensabile per la conoscenza, la valorizzazione e la tutela del patrimonio presente sul nostro territorio, mirando al recupero di tutte le informazioni utili ricostruire ed a valutare il paesaggio e le forme di popolamento nell’antichità, con l’intento di sviluppare sinergie utili alla salvaguardia ed alla fruizione dei suoi beni archeologici. Ringrazio la Consigliera Mariarosaria per aver preso a cuore il progetto e averlo seguito fino alla realizzazione».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

GdF Bari: evasione fiscale - Sequestri di beni per un valore di circa 5 milioni…

20-02-2024

BARI - I Finanzieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a decreti di sequestro preventivo di beni, per un...

Castellana Grotte - Maltrattamenti in famiglia. Notifica di un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare…

15-02-2024

CASTELLANA GROTTE - I Carabinieri della Stazione di Castellana Grotte hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare, emessa...

Esecuzione di una ordinanza di misura cautelare personale per detenzione e porto illegale di armi

06-02-2024

MONOPOLI - I Carabinieri della Compagnia di Monopoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale –...

Associazione per delinquere dedita ai furti e rapine in abitazione. 8 misure cautelari eseguite dai…

21-01-2024

BARI - Il 17 gennaio, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati in fase esecutiva dai militari dei reparti competenti...

GdF Roan Bari: sequestrati circa 3 quintali di oloturie

21-01-2024

BARI - Le Fiamme Gialle della Stazione Navale di Bari, nei giorni scorsi, in località Torre a Mare, nel corso...

GDF Legione Allievi Bari: giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana e di consegna delle fiamme…

12-01-2024

BARI - Nella mattinata odierna, si è svolta presso la Stadio della Vittoria di Bari, alla presenza del Generale di...

NECROLOGI

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

Ci lascia il diacono Pinuccio Carucci

16-03-2023

NOCI - E' venuto a mancare questa mattina dopo una lunga malattia il diacono permanente Pinuccio Carucci all'età di 67...

LETTERE AL GIORNALE

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...

Il centrodestra in salsa nostrana

08-06-2023

LETTERE AL GIORNALE - Egregio Direttore, la ringrazio di cuore preventivamente qualora deciderà, con generosità, di pubblicare questo mio umile e...

Alluvione in Emilia-Romagna, il racconto di un nostro concittadino

21-05-2023

FORLÌ - Sono a Forlì, è martedì 16 maggio, sono le 19:00, piove ormai da circa diciotto ore ed il...

1984

19-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, non era mia intenzione tediarvi nuovamente con le mie elucubrazioni sull'Idra a otto teste che...