Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità 3 unipolsai

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -

gentile-fusillo-clementina-assessore-02LETTERE AL GIORNALE - Riceviamo e pubblichiamo la replica dell'ass. Clementina Gentile Fusillo all'editoriale del direttore Beppe Novembre pubblicato in data 11 ottobre 2014


Rispondo – unicamente a titolo personale  all’articolo indirizzatomi pubblicamente dall’editorialista del quotidiano online “Noci24”. Per esser certa di non tralasciarne nessuna, risponderò  nell’ordine alle dieci domande che sono state poste e che mi sono premurata di estrapolare dal testo. 

Ritengo che, data la grande curiosità e la sete forte di “trasparenza e chiarezza”, sarebbe stato più corretto, più trasparente e soprattutto più semplice e professionale rivolgermi un’intervista alla quale l’editorialista sa bene che non mi sarei  sottratta  -  il mio numero di telefono  è a disposizione delle redazioni di tutte testate del territorio. Del resto, la correttezza e la trasparenza di cui ci piace chiedere conto al nostro prossimo, di cui amiamo pronunciare il nome per sentirci dalla parte giusta, sono  virtù che troppo spesso trascuriamo di praticare a nostra volta e che da tempo ho smesso di aspettarmi da buona parte della nostra stampa locale. A seguito delle risposte, alcune mie personalissime ma necessarie considerazioni.

1. Quanti assessori ha il PD a Noci?

Il Pd a Noci è rappresentato in Giunta da numero 1 Assessore, Piero Plantone, con delega a Patrimonio, Edilizia residenziale pubblica, Contratti, Decoro urbano.

2. [Il sostegno dell’Assessore Gentile Fusillo a Guglielmo Minervini] è del tutto personale o è frutto di una scelta politica della lista che rappresenta in Giunta comunale? 

Come da me ribadito in diverse occasioni - fatto che a chi ha voglia di raccontare la verità e le cose serie non sarebbe dovuto sfuggire - la mia decisione di sostenere la candidatura di Guglielmo Minervini alla Presidenza della nostra Regione è una scelta del tutto personale, che avrei fatto identicamente e portato avanti con lo stesso impegno se non ricoprissi la carica pubblica che ricopro.

3. A che titolo parla l'assessore Gentile Fusillo? A titolo strettamente personale?

Questa domanda è identica alla seconda, comunque sì, parlo a titolo personale, non avendo mai - contrariamente a quanto gravemente e con grande superficialità si afferma nell’articolo in questione - manifestato il mio sostegno a Minervini nell’ambito del mio mandato.

4. La lista Cambio per Restare è parte integrante del PD?

No.

5. La lista Cambio per Restare si riconosce nei valori del PD?

Il movimento - e non “la lista”- Cambio per Restare, si riconosce in molti dei valori nei quali si riconoscono anche tanti tesserati del Partito Democratico e di altri movimenti e partiti politici, a prescindere da quanto, o quanto discutibilmente, gli stessi valori informino l’azione di governo nelle sedi in cui il PD amministra. La centralità dei processi democratici, la parità di accesso ai diritti, il principio di sviluppo sostenibile, il rispetto per le istituzioni, la tutela dell’ambiente, l’antirazzismo. Queste e molte altre sono visioni che Cambio per Restare condivide con diverse forze politiche, che siano più o meno di sinistra.

6. La decisione di Gentile Fusillo di sostenere apertamente e pubblicamente Guglielmo Minervini nasce da una condivisione con la propria lista?

Assolutamente sì.  Abbiamo valutato insieme l’opportunità di spendere il nostro movimento in questa competizione elettorale ed abbiamo concluso che, pur a fronte di una condivisa valutazione positiva dell’operato, della visione e del progetto politico dell’Assessore Minervini da parte di molti di noi, in questa fase preferiamo riservare la nostra azione a questioni che riguardano più specificamente il nostro Comune. Abbiamo, quindi, ribadito come sempre la libertà assoluta di ciascuno di noi di esercitare appieno i propri diritti di cittadino, incluso quello di scegliere a chi consegnare la responsabilità del governo della nostra Regione. Io non sto facendo né più né meno che questo.

7. [La decisione di Gentile Fusillo di sostenere apertamente e pubblicamente Guglielmo Minervini nasce da una condivisione con la propria lista], se così non fosse allora è lecito chiedersi Cambio per Restare oggi quale visione politica esprime?

A fronte della risposta positiva alla domanda n. 6 dovrei dedurre l’illiceità di quest’ultima domanda. In ogni modo, Cambio per Restare conserva la visione politica che ha fondato il movimento. Sarà il direttivo del movimento ad entrare nel merito su questo punto.

8. E' parte integrante del Pd?  

Questa domanda è uguale alla domanda quattro, comunque no.

9. Si ritrova ad avere una consonanza politica col PD o con una minoranza del PD che sta sfidando il candidato Emiliano?

Certo. Grazie a Dio la consonanza di visioni del mondo, diverse ma compatibili, è il presupposto della sintesi democratica.  

10. Il PD nocese ed il suo segretario Plantone come valutano tale scelta?

A questa domanda immagino potrebbe decidere di rispondere il segretario Plantone.

Concludendo,  ritengo superflui, dove non superficiali, i dubbi che hanno ispirato l’editoriale cui rispondo. In primo luogo se CxR avesse deciso di sostenere Gugliemo Minervini, lo avrebbe fatto pubblicamente.  In assenza di un espressa presa di posizione, è evidente che il movimento non ha una posizione pubblica sulle primarie regionali, fatto tutt’altro che inusuale per un movimento civico di un piccolo comune.

Come è noto  CxR non ha espresso una propria candidatura alle primarie regionali del centro sinistra, è altrettanto noto che sono – invece - in corsa due candidati espressi dal PD ed uno da espresso SEL. Non è difficile, quindi, immaginare che chi voglia concorre ad individuare il candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione debba necessariamente scegliere fra i tre. Se io avessi deciso di sostenere Stefano, sarei stata accusata di rappresentare in Giunta SEL?  Quando per le scorse elezioni europee ho sostenuto Teresa Masciopinto, ricordo di essere stata l’assessore di Rifondazione Comunista, oggi che invece, a quanto pare, rappresento il PD non posso che chiedermi perché sia cosi difficile accettare che il consenso e l’impegno politico possano nascere con libertà laddove generano fiducia, dentro o fuori i perimetri delle sigle di partito.

È questo il giornalismo che vogliamo per questo paese? Questo è informare, fare luce su questioni di interesse pubblico? Oppure è piuttosto il prolungamento del nostro caratteristico spettegolare? È possibile che basti avere una curiosità per lanciare accuse e giudizi e sollecitare prese di posizione? Se il giornalismo ed il livello del confronto pubblico è questo, allora ciascuno può pubblicare qualunque dubbio, opinione o fatto che gli passi per la testa senza commisurarlo con la verità? In pratica è come se io – solo perché vi ravvedo argomenti, toni  e persino parole che più volte ho sentito usare dai compagni di SEL -  insinuassi pubblicamente che questo articolo è da loro in qualche misura  commissionato proprio per distogliere consenso da Minervini. Pensate che assurdità! Quel che è peggio e che mentre noi ce ne stiamo a cercare scoop con la lente di ingrandimento e fare inchieste su venti secondi di intervista al TG, nessuno apre una riflessione pubblica seria sul fatto che l’informazione nel nostro paese è tutto meno che libera e vera. Nessuno si stupisce pubblicamente che su tre senatori che rappresentano la nostra città a Palazzo Madama ce ne sia sempre e solo uno tutte le settimane in prima pagina su Fax. Perché tutti sappiamo che il Senatore Liuzzi è nella Commissione Moro ma nessuno gli chiede pubblicamente la ragione del suo voto contrario all’abolizione del vitalizio per i Senatori condannati? Perché tutti lo abbiamo visto dominare la città dal Campanile ricostruito e nessuno gli chiede come si è espresso in Senato quando si è trattato di inasprire la legge sul voto di scambio?

Io sostengo Minervini perché sento il dovere di testimoniare l’impegno civico e politico, quello che si spende nel momento giusto, prima che gli altri scelgano per noi, quando le cose si possono ancora cambiare, quando puoi ancora sognare in grande perché sei in tempo per scegliere – per una volta - il migliore, prima che l’unica alternativa sia di nuovo il meno peggio. Voglio provare a scegliere la persona che voterò a maggio, perché è diritto e dovere mio e di ciascun cittadino. E basta.

Clementina Gentile Fusillo

 


 

Gent.mo ass. Gentile Fusillo, innanzitutto grazie per aver voluto rispondere ad alcuni interrogativi lanciati dalle pagine del nostro giornale attraverso un editoriale (e non un articolo) con cui ho voluto esprimere un punto di vista in merito alla modalità di vivere il suo ruolo di amministratore ed al tempo stesso di manifestare liberamente e legittimamente il suo sostegno alla candidatura di Minervini alle primarie del centrosinistra pugliese per la scelta del candidato alla presidenza della Regione Puglia per la primavera 2015. La stampa può e deve fare anche questo. E le mie sono state domande che reputo legittime anche perchè lei ha un ruolo pubblico, è un amministratore, e se spunta all'improvviso sul Tg regionale nel perorare la candidatura di un candidato PD ... beh qualcosa da chiarire ai nocesi c'è. Lei ha chiesto il voto per una lista/movimento (Cambio per Restare) alle passate comunali, come lei qui ci dice ha sostenuto alle europee una candidata de L'altra Europa con Tsipras ed ora si spende per la vittoria alle primarie di un candidato PD, Minervini (molto ben voluto anche da un elettorato extra-PD). Tutto legittimo, ma queste scelte un amministratore deve sempre motivarle per tempo ai propri cittadini altrimenti genera confusione nella cristallina dialettica tra rappresentante e rappresentato. E poi quando si riveste un ruolo pubblico, a cui si è chiamati e non obbligati, le scelte politiche-partitiche "a titolo personale" dovrebbero essere di numero molto ridotto. Non crede? 

Beppe Novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Altri hanno letto anche:

Pubblicità

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 424 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook