Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -
Pubblicità dolcepuglia2017

temTemperamente - Nel nome della madre è il primo romanzo di Alessandro Greco, uscito ieri per Miraggi, tratto da una storia vera, la sua. Ed è stupefacente per diversi motivi: perché è il suo primo romanzo (anche se aveva già curato diverse antologie) e scorre levigato e tranquillo come fosse il suo decimo libro; perché la sua storia è tanto assurda quanto normale e vissuta ogni giorno da tante altre persone “normali”; perché è incredibile quanto possa essere beffarda la vita e quanto bene faccia la scrittura.

Il romanzo inizia con una lettera dolcissima e straziante scritta pre mortem: Alessandro ha scoperto di avere un tumore al cervello, le possibilità di salvarsi non sono certo mille, perciò decide di lasciare alla sua bambina, Sara, uno scritto, per restarle miracolosamente accanto anche negli anni a venire. Come si può ben immaginare, l’incipit de Nel nome della madre è intensissimo, l’autore apre il suo cuore di padre e parla con la bambina ma anche con l’adulta che sua figlia diventerà, prefigurandosi situazioni ed emozioni che forse, probabilmente, vivrà, con una sensibilità dolorosa e malinconica.

In un secondo, piangerai l’eternità. Da allora sarà così sempre.
Ma la vita va avanti e sa sorprenderti: Alessandro si opera e sopravvive, la vita può ricominciare, soprattutto dato che c’è un secondo figlio in arrivo. Come dicevo, però, la vita sa sorprenderti: ciò che sembrava scontato e ovvio si arrotola su se stesso, le cose prendono una piega imprevedibile e tutto va in frantumi per ragioni inspiegabili. Edoardo muore immediatamente dopo la nascita e Federica, la moglie di Alessandro, sua colonna e pilastro nel periodo della malattia, piomba nella disperazione più cupa. Sembra quasi l’ironica, impietosa e bastarda tassa che Alessandro deve pagare per la salvezza della sua sanità mentale…

Dove sta scritto che le persone debbano interessarsi per forza a noi? Perché dovremmo essere così autoreferenziali da porre la nostra storia di vita come esempio e modello per tanti altri che non possono nemmeno tenere la penna in mano?
Alessandro Greco ha scritto un libro difficile, travagliato, bellissimo e universale. La storia di un uomo, la sua personale tragedia, che ha dei nomi, dei tempi e dei luoghi unici e specifici, diventano pagina dopo pagina la storia e la tragedia di tutti gli uomini. Lui ci mette nella dimensione terribile del “E se succedesse a me?”, trasformando quello che che gli si poteva rimproverare – aver scritto un romanzo autobiografico come terapia salvifica – nel suo fiore all’occhiello e nella salvezza del lettore.

La storia di Alessandro Greco travolge, le sue immagini e le sue parole ti entrano dentro, («aprendo gli occhi, vedevo l’estremità di un forcone e temevo mi crollasse in testa: non volevo morire con tutti quei tubi addosso e non c’era nessun forcone ma un nuovo lampadario al neon, grande e multiforme. Aveva gli occhi. Li ho visti. Era un Ufo.») scatenando riflessioni che si allargano, andando molto al di là della paura di morire o della malattia, portandoti in un luogo in cui ci sei tu, la tua vita attaccato a un filo e tutto quello che rappresenta: amore e speranza.

Alessandro Greco, Nel nome della madre, Miraggi, 2016

Altre recensioni su "Temperamente.it"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 185 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook